21:09 06 Aprile 2020
Politica
URL abbreviato
0 10
Seguici su

L'ex governatore della Catalogna ed attualmente eurodeputato Carles Puigdemont, latitante per la Corte Suprema spagnola con le accuse di sovversione e rivolta, non ha escluso un ritorno nel Paese iberico a febbraio.

Può recarsi in Spagna all'interno di una delegazione del Parlamento europeo, ha dichiarato lo stesso Carles Puigdemont in un'intervista alla stazione radio catalana RAC1.

"Vorrei tornare in Catalogna per visitare i prigionieri politici (così l'eurodeputato considera i politici catalani condannati a vari anni di reclusione per aver organizzato il referendum sull'indipendenza della regione nel 2017 - ndr). So che il 23 o 24 febbraio una delegazione di eurodeputati si recherà in visita nelle prigioni. Non lo escludo. Dovrei avere una simile opportunità", ha detto Puigdemont.

Durante l'intervista ha inoltre assicurato che non avrebbe ambito nuovamente alla guida dell'amministrazione regionale della Catalogna.

Allo stesso tempo, l'ex governatore ha espresso rammarico per le divergenze tra i partiti che sostengono l'indipendenza della Catalogna: i rappresentanti di Sinistra Repubblicana di Catalogna hanno firmato un accordo con i socialisti consentendo al premier Pedro Sanchez di ottenere in Parlamento la fiducia, mentre la forza da lui guidata "Uniti per la Catalogna" (Junts per Catalunya) è rimasta all'opposizione. "Sono sempre stato a favore di una lista unica, perché il modo migliore per affrontare un potente avversario è da una posizione di massima unità... Mi dispiace che ci siano disaccordi. Abbiamo sempre lavorato per assicurarci che non ci fossero", ha aggiunto.

Lunedì scorso Puigdemont, che è stato eletto deputato europeo a maggio, ha partecipato per la prima volta ad una sessione del Parlamento europeo a Strasburgo. Spera che l'immunità parlamentare europea lo metta al riparo dall'arresto in Spagna, dove è ricercato con l'accusa di insurrezione e appropriazione indebita di fondi pubblici.

Il presidente della Corte suprema di Spagna Carlos Lesmes ha inviato una rogatoria al presidente del Parlamento europeo David Sassoli per chiedergli di privare Puigdemont e il suo consigliere Toni Comin dell'immunità. La scorsa settimana, il giudice della Corte suprema Pablo Pablo Llarena ha confermato i mandati di arresto europei nei confronti di Puigdemont e Comin, così come ha ribadito la validità dei mandati di arresto nazionali.

Tags:
Giustizia, Europarlamento, Carles Puigdemont, Spagna, Catalogna
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook