00:14 18 Febbraio 2020
Politica
URL abbreviato
222
Seguici su

L'Oman resta ancorato alla precedente linea di politica estera e si batterà per porre fine agli scontri e conflitti nella regione, ha affermato il nuovo sovrano dell'Oman Haitham bin Tariq Al Said in occasione dell'insediamento sul trono.

La tv di Stato dell'Oman ha annunciato questa mattina che il sultano dell'Oman si era spento la sera della giornata di ieri all'età di 79 anni dopo una lunga malattia. La famiglia reale dell'Oman è riuscita a mettersi d'accordo subito sulla candidatura del nuovo sultano. Oggi il cugino 66enne del defunto sultano ed ex ministro per i Beni e le Attività Culturali Haitham bin Tariq Al Said ha prestato giuramento come nuovo sovrano del Paese arabo.

"L'Oman continuerà il corso di politica estera seguito dal sultano Qaboos bin Said al Said, agirà per porre fine allo scontro e ai conflitti nella regione. Continueremo a chiedere la risoluzione pacifica dei conflitti. Ci baseremo sulla politica di buon vicinato, cooperazione internazionale e non interferenza negli affari di altri Stati", ha affermato il nuovo sultano, le cui parole sono state riportate dalla tv dell'Oman.

Ha sottolineato che il sultanato "continuerà il suo ruolo efficace nel sistema delle Nazioni Unite e lavorerà per raggiungere la sicurezza internazionale".

"Rispettiamo le carte e gli accordi che abbiamo firmato con altri Paesi ed organizzazioni", ha aggiunto il sultano Haitham bin Tariq Al Saidd.

Inoltre ha annunciato che continuerà a lavorare con i Paesi del Golfo per rafforzare la cooperazione regionale e sosterrà la Lega Araba.

Tags:
Diplomazia Internazionale, Politica Internazionale, Medio Oriente, situazione in Medio Oriente, Oman
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook