03:33 01 Dicembre 2020
Politica
URL abbreviato
10142
Seguici su

Rula Jebreal non parteciperà a Sanremo come ospite, Amadeus aveva chiesto alla Rai di invitarla ma per questoni di opportunità politica e per non urtare la sensibilità di alcune correnti politiche, la Rai ha detto no.

Il no dei vertici Rai alla partecipazione a Sanremo della giornalista di origini palestinesi Rula Jebreal e naturalizzata italiana, si trasforma in un caso politico.

Amadeus, direttore artistico del festival della canzone italiana, aveva proposto la partecipazione della giornalista a Sanremo insieme ad altre dieci donne.

Secondo la ricostruzione fatta da La Repubblica il no è giunto per non turbare la sensibilità di nessuno, dal momento che ai vertici ci sono ancora le nomine da fare e queste ultime vengono fatte dalla politica.

Il senatore di Italia Viva, Davide Faraone, ha deciso di portare il caso davanti alla commissione di Vigilanza Rai e ha scritto la sua denuncia pubblicamente postandola su Facebook:

“10 donne a #Sanremo2020 ma non #RulaJebreal. Nessuno spazio ad una nuova italiana, di colore e di successo. Nella narrazione sovranista stona e anche parecchio. La #Rai, la tv pubblica, si piega al diktat di Salvini. Credo sia semplicemente vergognoso. Ho deciso di portare il caso in vigilanza Rai ed intanto denuncio pubblicamente un’autentica discriminazione di stato. Non possiamo stare zitti. #IostoconRula”.

La risposta sovranista della Santanchè

A difendere la visione sovranista ci pensa la senatrice Daniela Santanchè, ex Forza Italia, poi passata a Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni, che su Twitter scrive:

“Secondo il renziano #Faraone sarebbe ‘discriminazione di Stato’ non dare a #RulaJebreal il palco dell’#Ariston con i soldi degli italiani. Gli stessi italiani accusati dalla signora di essere fascisti, razzisti, impresentabili... #delirio”

​Il dibattito si accende su Twitter con l’hashtag #RulaJebreal

Su Twitter l’hashtag #RulaJebreal prende quota e anima il pomeriggio domenicale italiano. Dal salotto di casa sono in molti a commentare la scelta dei vertici Rai di evitare la presenza della giornalista al Festival di Sanremo.

I commenti si dividono tra chi è solidale con la giornalista e quanti invece sono favorevoli alla scelta della Rai.

Non mancano anche i commenti con parole offensive e poco educati.

Il commento di Rula Jebreal

Indiretto ma significativo il commento di Rula Jebreal, ed arriva via Twitter, dove fa un retweet di Ivan Scalfarotto, deputato di Italia Viva.

"Se ho capito bene, siamo riusciti nel capolavoro di non avere né Michelle Obama né Oprah Winfrey a parlare di violenza sulle donne durante lo show televisivo più seguito dell’anno.
Bel colpo, bravi".

Correlati:

Sanremo: l’élite delle giurie ribalta il voto popolare
SANREMO e la folle corsa dei lemming
Tags:
Festival di Sanremo, Sanremo
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook