20:34 04 Giugno 2020
Politica
URL abbreviato
0 50
Seguici su

Ieri si è concluso l’incontro di quattro giorni dei leader del partito a Pyongyang, un evento inusuale in questo periodo dell’anno.

Il leader nordcoreano Kim Jong-un ha dichiarato che la sospensione dei test nucleari e missilistici a lungo raggio messi in atto durante i colloqui con gli Stati Uniti è giunta al  termine.

Il 1° gennaio, i media statali hanno riferito che afferma che la Corea del Nord non era più vincolata dall'autoproclamata moratoria, poiché gli Stati Uniti hanno continuato esercitazioni militari congiunte con la Corea del Sud e hanno incrementato le loro sanzioni.

"In tali condizioni, non c'è motivo per noi di rimanere unilateralmente vincolati all'impegno più, l'impegno a cui non esiste una parte opposta, e questo sta rende nulli i nostri sforzi per il disarmo nucleare mondiale e la non proliferazione", l'agenzia di stampa KCNA lo ha citato.

Ha minacciato affermando che "il mondo sarà testimone di una nuova arma strategica" della Corea del Nord "nel prossimo futuro", senza fornire ulteriori dettagli.

Tuttavia sembra aver lasciato una porta aperta al dialogo e ha affermato che la portata di qualsiasi test dipenderà dall'atteggiamento degli Stati Uniti.

I commenti di Kim Jong-un all'incontro del partito hanno anche fatto trapelare che le sanzioni hanno colpito l'economia e che difficilmente saranno presto revocate, avvertendo che i nordcoreani dovranno "stringere le cinture".

Il leader nordcoreano, tuttavia, non ha menzionato Donald Trump o la Corea del Sud per nome, cosa che secondo gli osservatori indica un tono più attenuato rispetto alla retorica aggressiva degli ultimi mesi.

I negoziati USA-Corea del Nord

In tutto il 2017 la Corea del Nord ha condotto continui test nucleari con armi in grado di raggiungere gli Stati Uniti e, dal 1 gennaio 2018, Kim Jong-un si è detto “aperto al dialogo” sia con la Corea del Sud che con gli USA.

A giugno 2018 Kim Jong-un ha incontrato Donald Trump a Singapore e successivamente a febbraio 2019 in Vietnam. 

A giugno 2019 c’è stato un incontro informale con i presidenti nella zona demilitarizzata tra le due coree, tuttavia le relazioni sono di nuovo deteriorate negli ultimi mesi.

Lo slancio diplomatico degli ultimi anni sembra essersi arrestato, poiché Washington si rifiuta di revocare le sanzioni fino a quando Pyongyang non abbandonerà completamente il suo programma nucleare.

La Corea del Nord ha condotto diversi test di armi più piccole alla fine del 2019, in quello che è stato visto come un tentativo di spingere gli Stati Uniti a fare concessioni.

Ma la moratoria auto-dichiarata sui test nucleari e sui test sui missili balistici intercontinentali (ICBM) che potevano raggiungere la terraferma statunitense era stata una delle basi dei negoziati con Washington. Pyongyang non effettua tali test dal 2017.

Correlati:

Russia e Cina presentano mozione all'ONU per annullare le sanzioni alla Corea del Nord
Corea del Nord: nuovi test per "armi strategiche", meglio per Usa starne fuori
Corea del Nord, altro test missilistico portato a termine ieri sera - Difesa Pyongyang
Tags:
Corea del Nord, Pyongyang
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook