05:23 04 Agosto 2020
Politica
URL abbreviato
486
Seguici su

"A Casa!" Questo il commento sintetico e lapidario del leader del carroccio Matteo Salvini, al termine della conferenza di fine anno del presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Il giudizio di Matteo Salvini sulla lunga conferenza di fine anno del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, durata circa 3 ore, è estremamente sintetico ed affidato ai social: “A CASA!”

Per Salvini sono tutte “Balle spaziali” quelle che Giuseppe Conte racconta durante la conferenza e scrive:

“Conte annuncia modifiche ai Decreti sicurezza, racconta BALLE vergognose sull’immigrazione e cambia versione sulla Gregoretti. Sulla Gregoretti ammette che Palazzo Chigi aveva avuto un ruolo per ricollocare gli immigrati, confermando che le trattative con altri Paesi c’erano sempre state: altro che novità degli ultimi mesi...”

E per quanto riguarda gli sbarchi ci tiene a far notare ancora che: “Da settembre a oggi siamo a 6.304 sbarchi ‘grazie’ al governo delle poltrone e dei porti aperti”.

E quindi aggiunge:

“Se l’ex avvocato del popolo non sopportava la Lega e il sottoscritto poteva dirlo subito anziché aspettare che gli togliessimo la fiducia. Evidentemente è troppo innamorato delle poltrone, e infatti dopo aver perso un ministro ne annuncia due nuovi”, sottintendendo il caso dell’ex ministro del Miur Fioramonti sostituito da due ministri.

“Con Conte più sbarchi, più tasse, più poltrone e più balle. A CASA!”

La conferenza di Conte ha toccato molti più punti, non solo i migranti e il caso Gregoretti. In tre ore di conferenza di fine anno il premier ha toccato molti punti tra cui il cambio di casacca dei parlamentari M5s, del fatto che voleva dimettersi dopo le elezioni europee di maggio, del fatto che il governo Conte bis non ha bisogno di stampelle.

Migranti, a gennaio i decreti sicurezza su Gregoretti "non coinvolto"

Durante la conferenza stampa Conte ha escluso sue responsabilità sul caso della nave militare Gregoretti con a bordi naufraghi migranti, per cui l'ex capo del Viminale Matteo Salvini rischia il processo per sequestro di persona dopo aver negato lo sbarco.

"In questo momento non ho avuto riscontri di un mio coinvolgimento nello sbarco ma voglio completare le verifiche: se troverò un frammento di mio intervento lo dirò chiaramente", ha detto lui.

"Sto completando le verifiche con il massimo scrupolo e la massima correttezza, verificherò il ruolo che ho avuto. Ho fatto una verifica su sms e whatsapp, faccio fare una verifica sulle e-mail. Dal primo riscontro c'è stato il coinvolgimento della presidenza del Consiglio per la ricollocazione". 

Parlando di Salvini, Conte ha rivelato che "non sono solito a sottrarmi alle responsabilità, anch'io commetto errori, il tema non è tutti contro Salvini".

"Ho commesso anch'io degli errori ma, ad esempio in materia di immigrazione, non sono mai stato favorevole allo schema porti aperti-porti chiusi, poi nel dibattito è stato gridato porto chiuso, porto chiuso. Cosa, peraltro, che non è mai successa. Mi assumo le responsabilità, se lo spread è salito non è salito per le mie dichiarazioni ma perché c'era una politica. Anche adesso sono accusato di essere un traditore, di essere asservito a Germania e Francia, ma un mese fa 130 migranti erano andati in Germania, pochi giorni prima altri erano andati in Francia. Questa modalità faziosa e propagandistica non mi appartiene", ha concluso lui.

Correlati:

Caso nave Gregoretti, Matteo Salvini ha le prove scritte che fu azione di Governo
Matteo Salvini critica la sua Milano: “Sporca come Roma”. Giuseppe Sala risponde
Matteo Salvini sul calo degli sbarchi in Italia: merito mio!
Tags:
Giuseppe Conte, Matteo Salvini
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook