19:39 24 Febbraio 2020
Politica
URL abbreviato
0 40
Seguici su

Su iniziativa della parte egiziana, i capi di Stato di Egitto e Russia hanno avuto una conversazione telefonica, riporta l'ufficio stampa del Cremlino.

Vladimir Putin e Abdel Fattah al-Sisi hanno discusso la risoluzione della crisi libica ed hanno convenuto di coordinarsi per normalizzare la situazione in questo Paese, si legge in un comunicato stampa del Cremlino.

"Le questioni relative alla risoluzione della crisi in Libia sono state discusse in dettaglio. E' stata ribadita l'intenzione di un ulteriore coordinamento delle azioni per stabilizzare la situazione in questo Paese. È stata rilevata l'importanza degli sforzi di mediazione della Germania e delle Nazioni Unite nel contesto dell'avanzamento del processo politico con la partecipazione di tutte le principali parti libiche", si legge nella nota.

Relativamente all'agenda bilaterale, i due presidenti hanno discusso il completo ripristino della comunicazione aerea tra i due Paesi, attualmente sospesa.

"Sono stati toccati alcuni temi rilevanti della cooperazione bilaterale, tra cui l'attuazione del più grande progetto comune: la costruzione della prima centrale nucleare di El Dabaa in Egitto e il ripristino completo della comunicazione aerea", si afferma nella nota.

Si rileva che i leader hanno concordato di proseguire i contatti.

Telefonata tra Conte e al-Sisi

Nella giornata di ieri il premier Giuseppe Conte ha avuto una lunga conversazione telefonica con il capo di Stato egiziano Abdel Fattah al-Sisi. Oggetto della telefonata "le sfide della regione mediterranea e la cooperazione bilaterale, con particolare riguardo alla ripresa dei contatti per l’urgente rilancio della collaborazione giudiziaria sull'omicidio di Giulio Regeni”.

Tags:
Abdel Fattah al-Sisi, Vladimir Putin, Libia, crisi in Libia, Russia, Egitto
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook