21:32 14 Agosto 2020
Politica
URL abbreviato
0 10
Seguici su

Carles Puigdemont, ex governatore della Catalogna, latitante per le autorità centrali spagnole, ha chiesto alla Corte Suprema di Madrid di far decadere tutti i mandati di perquisizione e arresto emessi contro di lui per il suo ruolo nel referendum sull'indipendenza del 2017 che non era stato autorizzato dal governo.

In una lettera di 63 pagine, presentata a suo nome dall'avvocato Gonzalo Boye, Puigdemont ha fatto riferimento alla sua immunità da eurodeputato ed ha chiesto al giudice Pablo Llarena di rinunciare al procedimento giudiziario nei suoi confronti.

A maggio Puigdemont è stato eletto eurodeputato insieme all'ex assessore alla Sanità della Catalogna Toni Comin e all'ex vice governatore della regione Oriol Junqueras. Tuttavia i politici catalani non hanno potuto esercitare i loro mandati poiché le autorità elettorali spagnole non li hanno riconosciuti come membri del Parlamento Europeo.

Madrid aveva chiesto a Puigdemont e Comin, fuggiti in Belgio a seguito del referendum, di prestare giuramento in Spagna, dove per la giustizia iberica sono latitanti. Junqueras a sua volta è già agli arresti in Spagna per il suo ruolo nel referendum al momento delle europee, non potendo in questo modo esercitare le sue funzioni da eurodeputato.

Oggi è stato l'ultimo giorno in cui i legali e l'accusa hanno discusso il caso dinanzi al massimo tribunale dell'UE in merito all'opportunità o meno dell'immunità di Junqueras per la legislatura a Strasburgo.

Tags:
Giustizia, Catalogna, Spagna, Carles Puigdemont
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook