16:21 10 Luglio 2020
Politica
URL abbreviato
0 41
Seguici su

Gerardo Mario Oliverio, presidente in carica della Regione Calabria, rinuncia a correre alle elezioni regionali del 26 gennaio. Lo scrive a Nicola Zingaretti in una lettera la Vigilia di Natale.

Con una lunga premessa biblica, il governatore della Regione Calabria uscente, Gerardo Mario Oliverio, ha annunciato via Facebook di rinunciare a correre per le prossime elezioni regionali che si svolgeranno in Calabria il 26 gennaio.

Una decisione pubblicata alla vigilia di un Natale che per il Pd appare ora ben più complicato, almeno in Calabria, dove ora si può quasi dire certa la vittoria del centrodestra.

Oliverio da Cosenza augura Buon Natale a Zingaretti, il quale certo non lo passerà sereno dopo aver ricevuto questo “bel regalo”.

Oliverio: “Non faccio dividere il bambino a metà”

“Caro Zingaretti, ...non faccio dividere il bambino a metà. Di altri sono e saranno le responsabilità. La Storia si incaricherà di fare giustizia di tutto, presto o tardi. Io faccio un passo indietro per non consentire che venga distrutto e dilaniato un patrimonio che è la mia storia politica”.

Così scrive sulla sua pagina Facebook l’ormai ex candidato alle elezioni regionali in Calabria Mario Oliverio, rendendo manifesta la crisi politica tutta interna al Pd, che lo stesso politico locale lascia intendere non essere solo un problema regionale.

Un errore politico

Oliverio parla di “errore politico grave e serio non aver voluto ricercare una soluzione che potesse rappresentare al meglio il fronte democratico nell’imminente campagna elettorale per le regionali, una soluzione di autentico rinnovamento, come fino all’ultimo ho sollecitato”.

Ed aggiunge: “Altrettanto grave e miope è stata la gestione burocratica e irrispettosa dell’intera vicenda e l’ostinazione ad impedire, in questi mesi, una soluzione partecipata ed aperta alle forze del centrosinistra, ai movimenti civici, agli iscritti e agli elettori democratici calabresi”.

Un vero e proprio j’accuse, quello di Oliverio rivolto non solo a Nicola Zingaretti ma al Partito Democratico locale e nazionale.

“Ad una grande forza democratica come il PD non giovano egoismi correntizi e meschini veti ‘non detti’, ma una visione alta, in Calabria come per il resto del Paese”.

Correlati:

M5s. Regionarie Calabria ed Emilia Romagna al via su piattaforma Rousseau
Regionali in Calabria, candidato del centrosinistra risponde a Salvini
Calabria, arrestato il sindaco di Villa San Giovanni
Tags:
partito Democratico, Nicola Zingaretti
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook