17:16 19 Gennaio 2021
Politica
URL abbreviato
2121
Seguici su

Giovedì, il segretario di Stato americano ha ribadito che l'America "sostiene" gli iraniani che protestano per gli aumenti dei prezzi del carburante e continuerà ad imporre sanzioni contro Teheran.

Il portavoce del ministero degli Esteri iraniano Seyed Abbas Mousavi si è scagliato contro il segretario di Stato americano Mike Pompeo, suggerendo che non era idoneo a servire come diplomatico americano.

"I ministri degli Esteri di solito sono portatori di pace, riconciliazione, dialogo e rispetto, ma Pompeo è il portavoce di (coloro che) maltrattano, ingannano, umiliano e insultano, con un linguaggio arrabbiato, aggressivo, ignorante ed estremista", ha detto il portavoce, riporta l'agenzia di stampa Tasnim.

Mousavi ha definito le recenti osservazioni di Pompeo sul sostegno degli Stati Uniti ai manifestanti iraniani come uno "spettacolo di propaganda", e ha ricordato che il segretario di Stato in passato è stato della CIA, una "organizzazione infernale, ingannevole e torturatrice" intenta a rovesciare governi stranieri.

Mousavi ha affermato che Pompeo ha portato i suoi "pensieri infernali" dal suo lavoro presso la CIA alla sua attuale mansione, aggiungendo che il segretario non è "alla pari con qualsiasi ministro degli esteri del mondo".

Pompeo e la CIA

Pompeo è stato direttore della Central Intelligence Agency tra il 2017 e il 2018. In un discorso dell'aprile 2019 presso la Texas A&M University, Pompeo ha scherzato sul fatto che durante il suo periodo alla CIA, ha "mentito, imbrogliato, rubato", e che gli ha ricordato l'esperienza "della gloria dell'esperimento americano".

La CIA ha contribuito a organizzare un colpo di stato contro il governo democraticamente eletto dell'Iran nel 1953, dopo che il paese aveva iniziato a nazionalizzare le risorse petrolifere prevalentemente di proprietà straniera. Il governo appoggiato dagli Stati Uniti fu a sua volta rovesciato dalla Rivoluzione iraniana del 1979, portando a oltre quattro decenni di cattive relazioni tra Teheran e Washington.

Correlati:

Pompeo minaccia l'Iran di ritorsioni in caso di attacchi contro personale americano
Pompeo ai rivoltosi in Iran: "Se ci mandate le foto delle proteste vi prometto nuove sanzioni"
Pompeo: nuove sanzioni all’Iran per presunti abusi dei diritti umani
Tags:
Iran, Mike Pompeo
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook