10:10 25 Novembre 2020
Politica
URL abbreviato
5311
Seguici su

Oggi, 19 dicembre 2019, si tiene la quindicesima edizione della grande conferenza stampa di fine anno del presidente Vladimir Putin.

Questa è la quindicesima edizione della grande Conferenza stampa di fine anno di Vladimir Putin. Per la prima volta l'incontro di Putin con i giornalisti in tale formato si tenne nel 2001. Col tempo la conferenza stampa di fine anno diventò un evento tradizionale e annuale, eccetto il periodo tra il maggio 2008 e il maggio 2012 quando Putin ricopriva la carica di primo ministro.

Se nel 2001 l’evento durò un po’ di più di un’ora e mezza, negli ultimi anni la conferenza stampa dura in media 3 ore e 40 minuti. La più lunga è stata l’edizione del 2008 – ben 4 ore 40 minuti.

Di solito i giornalisti usano grandi cartelli per attrarre attenzione del presidente e del portavoce, cosa che però complica il lavoro ai fotografi e teleoperatori. Quest’anno è stata introdotta una nuova regola, i cartelli devono essere al massimo in formato A3.

Nuovi messaggi
  • 14:28

    Putin su Sputnik Estonia: "Fate molto, i tentativi di interferire con il vostro lavoro da parte delle autorità del Paese non devono passare inosservati"

    La grande conferenza stampa di fine anno del presidente russo Vladimir Putin, il 19 dicembre 2019

    Putin su Sputnik Estonia: "Vi appoggeremo"

    Durante la grande conferenza stampa di fine anno Vladimir Putin ha commentato i tentativi delle autorità estoni di interferire con il lavoro dell'agenzia Sputnik Estonia.
    Leggi tutto
  • 14:05

    Putin ha definito il sistema di allerta missilistica cinese puramente difensivo

    Il sistema di allerta e rilevamento di attacco missilistico, che viene creato in Cina con l'aiuto della Russia, è puramente difensivo, ha affermato il presidente russo Vladimir Putin.

    "Non si tratta di un sistema di attacco... E' un sistema di allerta preventiva per il rilevamento di un attacco missilistico, cioè questo sistema funziona quando si viene attaccati. È un sistema puramente difensivo", ha detto il presidente russo alla tradizionale conferenza stampa di fine anno.

  • 13:29

    Putin ha dichiarato che la Russia non pianifica la creazione di un'alleanza militare con la Cina

    "Per quanto riguarda le alleanze. Non c'è un'alleanza militare con la Cina e non prevediamo di crearla", ha dichiarato Putin durante la grande conferenza stampa.

  • 13:15

    Putin: la Russia non va verso la chiusura di internet e non si prepara a farlo

    "Non andiamo verso la chiusura di internet e non ci apprestiamo a farlo", ha detto Putin durante la grande conferenza stampa di fine anno.

    "Quella legge che avete menzionato (legge su internet sovrano - ndr) è orientata solo su una cosa: evitare le conseguenze negative del possibile scollegamento dalla rete mondiale, la cui gestione si trova in grossa parte all'estero", ha chiarito il presidente.

    La grande conferenza stampa di fine anno del presidente russo Vladimir Putin, il 19 dicembre 2019
    © Sputnik . Ekaterina Chesnokova
  • 12:58

    Putin: a volte i migranti si comportano come mai farebbero in patria, ma all'economia serve l'immigrazione

    "Esistono due approcci per migliorare la situazione demografica. Fertilità ed aumento dell'immigrazione. In Canada, ad esempio, esiste un ministero che si occupa delle questioni migratorie. Lì, i funzionari valutano quali candidati siano adatti e quali no. La Russia ha bisogno di un approccio simile", ha dichiarato Putin. 

    La grande conferenza stampa di fine anno del presidente russo Vladimir Putin, il 19 dicembre 2019
    © Sputnik . Sergei Guneev
  • 12:34

    Putin parla sulla Libia

    "La Russia è in contatto sia con Sarraj che con Haftar", ha dichiarato il presidente.

    Putin ha esortato a trovare una soluzione che permetta di concludere la guerra in Libia. Ha affermato di averne parlato con i leader mondiali e ha espresso la speranza che in tale ambito si vedrà un progresso.

    In Libia adesso è difficile stabilire chi è nel giusto e chi è colpevole. La cosa più corretta è cercare una soluzione che permetta di porre fine alle operazioni militari.

    Sergey Lavrov e Luigi Di Maio durante una conferenza stampa a Roma

    Libia, Di Maio dopo visita a Tripoli dichiara necessaria azione diplomatica

    Il Ministro degli Esteri Di Maio, al ritorno dalla sua visita a Tripoli e Bengasi ed i suoi colloqui con i due leader libici, si dichiara soddisfatto e esige che l'Italia, attraverso la diplomazia, riprenda il ruolo di principale interlocutore in Libia.
    Leggi tutto
  • 11:59

    Mondo unipolare? E' un errore

    Dopo il collasso dell'Unione Sovietica è apparsa l'illusione che un mondo unipolare fosse possibile, ma è un errore.

    Dopo la Seconda guerra mondiale il prodotto interno lordo statunitense era pari al 50% del PIL mondiale, oggi la Cina si è lasciata alle spalle gli Stati Uniti, ha ricordato Putin.

    La polarità del mondo deriva dalle relazioni economiche. In precedenza, questa quota apparteneva agli Stati Uniti, oggi invece appartiene alla Cina. Pertanto, il mondo non può essere unipolare e il ruolo della Russia e della Cina qui è importante, ha spiegato Putin.

    La grande conferenza stampa di fine anno del presidente russo Vladimir Putin, il 19 dicembre 2019
    © Sputnik . Ilya Pitalev
  • 11:21

    Corsa agli armamenti e New Start

    "Se non ci sarà un New Start, allora non resterà assolutamente nulla a contenere la corsa agli armamenti".

    "La Russia è pronta a rinnovare il New Start fino alla fine dell'anno se gli Stati Uniti invieranno la lettera corrispondente, anche se per posta, ma per ora non ci sono risposte", dice il presidente russo.

    Bomba nucleare americana (foto d'archivio)

    Il trattato New START rischia di fare la stessa fine dell'INF - Capo intelligence russa

    Per il capo dell'intelligence russa anche l'ultimo trattato che limita le dotazioni nucleari di USA e Russia rischia di scadere senza essere rinnovato, come è già capitato con l'INF.
    Leggi tutto
  • 11:17

    Lenin era rivoluzionario

    "Lenin non era uno statista, ma un rivoluzionario", ritiene Putin. Non ha creato una federazione nel paese, ma una confederazione con il diritto di un gruppo etnico di uscita dallo stato. Ma i territori sono stati divisi in modo errato e questo si sente ancora oggi, ha detto Putin".

    Il presidente ha ricordato che in epoca sovietica, all'Ucraina sono state concesse delle terre native russe con la strana formulazione di "aumentare la quota del proletariato".

    "Non appena il partito ha iniziato a presentare fratture interne, il Paese ha iniziato a sgretolarsi. Questa eredità di Lenin si sente ancora oggi", ha aggiunto Putin.

  • 11:02

    Transito di gas attraverso l'Ucraina

    La Russia cercherà una soluzione accettabile riguardo il gas, per tutti, compresa l'Ucraina. Penso che ci metteremo d'accordo con l'Ucraina sul gas, non c'è alcuna volontà di aggravare la situazione energetica", ha detto Putin.

    A Putin suscita perplessità il fatto che gli Stati Uniti impongono sanzioni contro la Russia per "salvaguardare il transito di gas attraverso l'Ucraina".

    "Anche noi stessi vorremmo mantenerlo", ha sottolineato Putin.

    "Se gli Usa volessero aiutare l'Ucraina, le darebbero denaro", ritiene il capo di Stato russo.

    La grande conferenza stampa di fine anno del presidente russo Vladimir Putin, il 19 dicembre 2019
    © Sputnik . Mikhail Klimentyev
  • 10:46

    Formato Normandia e accordi di Minsk

    Se ci sarà una revisione degli accordi di Minsk, la risoluzione della situazione in Donbass finirà in un vicolo cieco, ha detto Vladimir Putin. La legge sullo status del Donbass dovrebbe essere estesa e inclusa nella costituzione dell'Ucraina, ma a Kiev non intendono farlo.

    Putin ritiene che la base per la risoluzione del conflitto in Donbass non è andata persa. Ma per qualche motivo Kiev non vuole la ritirata delle truppe da tutti i territori di confine. Questo è allarmante. Tuttavia, i lavori del "Formato Normandia" sono positivi, ha detto Putin.

    Il presidente dice però di essere preoccupato dalla dichiarazione di Zelensky sulla revisione degli accordi di Minsk.

    Leader Formato Normandia si sono impegnati all’attuazione di un cessate il fuoco totale in Ucraina

    I leader del Formato Normandia hanno confermato il loro impegno all’attuazione del cessate il fuoco in Ucraina orientale entro la fine dell’anno, secondo un comunicato che ha seguito il summit a Parigi.
    Leggi tutto
  • 10:34

    Ecologia, cambiamenti climatici e riciclaggio rifiuti

    La prima domanda è dedicata all'ecologia e ai cambiamenti climatici. Secondo Putin è un problema importante, specialmente per la Russia. I ritmi dell'inсremento delle temperature in Russia sono superiori di due volte e mezzo rispetto alla media mondiale, ha dichiarato il presidente. Il Paese si sviluppa su diverse latitudini, e se il permafrost inizierà a sciogliersi, le conseguenze saranno molto serie, ha aggiunto il presidente.

    Il presidente ha anche aggiunto che in Russia, che genera ogni anno 70 milioni di tonnellate di spazzatura, si sta lavorando da zero alla creazione di un industria del riciclaggio dei rifiuti.

  • 09:59

    Al via la conferenza stampa annuale di Vladimir Putin

    Quest’anno sono presenti 1895 giornalisti, esponenti di media sia russi che stranieri, a partecipare alla conferenza stampa e a provare a fare una domanda al presidente russo. Sono circa 200 persone in più rispetto all’anno precedente.

    La grande conferenza stampa di fine anno del presidente russo Vladimir Putin. Il 19 dicembre 2019
    © Sputnik . Aleksandr Vilf
Tags:
Conferenza stampa, Vladimir Putin, Russia, conferenza stampa di fine anno
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook