03:49 29 Novembre 2020
Politica
URL abbreviato
3410
Seguici su

Matteo Salvini indagato per sequestro di persona aggravato, richiesta l'autorizzazione a procedere al Senato, rischia fino a 15 anni. La notizia in diretta TV del senatore leghista.

Richiesta di autorizzazione a procedere bis, al Senato, per l’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini in riferimento al caso della nave Gregoretti. A richiedere l’autorizzazione il Tribunale dei ministri di Catania competente sul caso della Gregoretti.

Nel mese di luglio 2019, alla nave della Guardia Costiera con 131 migranti soccorsi a bordo, le fu vietato di far sbarcare i migranti nel porto di Augusta dove era giunta.

La nave Gregoretti restò ormeggiata nel porto per giorni senza l’autorizzazione allo sbarco, che le fu concessa solo quando il Ministero degli interni ottenne rassicurazioni dall’Unione Europea che i migranti sarebbero stati redistribuiti in altri Paesi Ue e non accolti solo dall’Italia.

Per il caso specifico, il procuratore Carmelo Zuccaro ne aveva richiesto l’archiviazione con atto motivato, ma il tribunale dei ministri di Catania, in fase di riesame della richiesta ha invece ritenuto opportuno procedere contestando a Matteo Salvini il reato di sequestro di persona.

La notizia in diretta a ‘Fuori dal Coro’ su Rete4

A darne notizia lo stesso Matteo Salvini, che ieri sera era ospite del programma televisivo ‘Fuori dal Coro’ di Rete4. Durante la trasmissione, dove il senatore è stato invitato a cena, mostra la lettera con la quale gli è stata notificata la richiesta dell’autorizzazione a procedere.

​I tweet di Salvini: “IO NON MOLLO”

Salvini si difende a spada tratta sui social network e in un tweet ringrazia chi gli ha manifestato solidarietà e scrive: “IO NON MOLLO”.

​“Sarei colpevole di reato di sequestro di persona aggravato per aver privato della libertà personale 131 immigrati presenti sulla nave Gregoretti”. Scrive in un altro tweet accompagnato da video.
Tags:
Matteo Salvini
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook