14:40 02 Giugno 2020
Politica
URL abbreviato
0 10
Seguici su

ArcelorMittal non accetta la soluzione comune per il rinvio dell'udienza del 20 dicembre, al fine del proseguimento delle trattative, e fa depositare dai suoi legali una memoria contro il ricorso cautelare.

I legali della società hanno depositato una memoria per contrastare il ricorso cautelare presentato dai commissari dell'ex Ilva.  Le parti avranno conoscenza della memoria solo a partire da oggi. Si fa sempre più stretto lo spazio per poter proseguire con le trattative.

I legali di Mittal hanno depositato la memoria ieri, l'ultimo giorno utile per contrastare l'azione legale promossa dal governo. L'udienza era stata fissata dal giudice al prossimo venerdì 20 dicembre per permettere alla "trattativa" di "svolgersi sulla base delle intese e degli impegni assunti". 

I commissari miravano a raggiungere una soluzione con la società e poter arrivare a una richiesta congiunta del rinvio dell'udienza fissata per venerdì 20 dicembre, al fine di proseguire le trattative.

Ma dopo la presentazione del piano industriale della multinazionale franco-indiana, con quasi 5.000 esuberi, i negoziati avevano subito un arresto, anche se i commissari speravano di poter arrivare lo stesso a una soluzione. 

Accordo che evidentemente è naufragato, pertanto la causa proseguirà il suo cammino naturale verso il 20 dicembre. Data in cui è prevista la discussione sul ricorso cautelare d'urgenza presentato dall'ex Ilva contro la rescissione del contratto di ArcelorMittal e la decisione di spegnere gli altoforni, annunciata a inizio novembre. 

 

Tags:
acciaio, Ilva, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook