15:36 24 Gennaio 2020
Politica
URL abbreviato
11697
Seguici su

Continuano i tentativi di distorcere la storia della Seconda Guerra Mondiale, non solo da parte dei collaborazionisti dei nazisti, ma anche da rispettabili istituzioni internazionali.

Il presidente russo Vladimir Putin ha affermato che i tentativi di distorcere la storia della Seconda Guerra Mondiale continuano, non solo da parte dei collaborazionisti dei nazisti, ma anche da rispettabili istituzioni internazionali. Inoltre ha sottolineato che coloro che stanno tentando di mettere in discussione una menzogna spudorata sulla Grande Guerra Patriottica, sono accusati di guerra d'informazione, e che la Russia continuerà a lottare per la verità.

"I tentativi di distorcere questa verità storica non si fermano. Non solo gli eredi dei collaborazionisti nazisti, ma a loro si sono uniti alcune rispettabili istituzioni internazionali e strutture europee", ha detto Putin in una riunione del comitato organizzatore Vittoria.

Ha ricordato che la recente risoluzione del Parlamento europeo "ha messo praticamente sullo stesso piano gli aggressori nazisti e l'Unione Sovietica".

"Quasi si incolpa l'URSS, insieme alla Germania nazista, di aver scatenato la Seconda Guerra Mondiale. È come se si fossero dimenticati chi ha attaccato la Polonia il 1 settembre 1939 e l'Unione Sovietica il 22 giugno 1941", ha detto Putin.

"E prima accusano quelli, che tentano di mettere in discussione una menzogna spudorata che non si basa su nulla, di guerra d'informazione contro l'Europa democratica. Questa è una citazione. La nostra risposta alla menzogna è la verità. Continueremo a parlare di eventi, dei fatti della Grande Guerra Patriottica, per rivelare e pubblicare materiali d'archivio nella loro interezza, altrimenti si ha l'impressione che alcuni dei nostri avversari non siano in grado di leggere o scrivere, non hanno occhi, come se non sapessero nulla. E noi continueremo a raccontarne", ha detto il presidente della Federazione Russa.

75° anniversario della Vittoria

Il prossimo anniversario del 75° anniversario della Vittoria nella Grande Guerra Patriottica deve essere pieno di contenuti vivaci, sinceri ed espressivi, ha affermato il presidente russo Vladimir Putin.

"Il prossimo anno sarà il 75° anniversario della Grande Vittoria nella Seconda Guerra Mondiale, della Grande Guerra Patriottica in Russia, e si celebrerà come Anno della memoria e della gloria. E dobbiamo fare insieme tutto il necessario per riempirlo di contenuto vivace, sincero, espressivo e memorabile, e in linea di principio cercare di escludere un approccio formale, indifferente all'organizzazione di eventi, dovunque si svolgeranno, per quanto riguarda le grandi, le piccole città e le aree rurali", ha detto Putin.

Correlati:

La Serbia ha acquistato nuove armi russe su consiglio di Putin
Putin rivela i piani per forze navali ed elogia i missili a lungo raggio "Kalibr"
Putin: l’espansione della NATO è una minaccia alla sicurezza della Russia
Tags:
Nazisti, Seconda Guerra Mondiale, Vladimir Putin
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik