14:11 29 Gennaio 2020
Politica
URL abbreviato
103
Seguici su

Il presidente USA Donald Trump e il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov hanno discusso l'estensione dei trattati sui controlli degli armamenti e delle relazioni bilaterali.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump in un incontro con il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha sottolineato il suo sostegno per un efficace controllo globale degli armamenti che includa la Cina, ha affermato la Casa Bianca in una nota.

"Il presidente Trump ha anche sottolineato il suo sostegno a un efficace controllo globale degli armamenti che include non solo la Russia, ma anche la Cina", ha dichiarato la Casa Bianca.

Il ministro degli Esteri russo Lavrov ha dichiarato che la Russia propone di estendere il nuovo Trattato di riduzione delle armi strategiche (START) con gli Stati Uniti e che è pronta a prendere in considerazione tutte le possibili opzioni al riguardo.

"Abbiamo offerto a Washington di prendere in considerazione qualsiasi opzione per estendere l'accordo", ha detto Lavrov ai giornalisti.

All'inizio della giornata, parlando in una conferenza stampa dopo un incontro con il Segretario di Stato americano Mike Pompeo, Lavrov ha riconfermato la posizione della Russia di essere pronta a estendere il New START. Ha nuovamente sottolineato la disponibilità della Russia a estendere il trattato dopo i colloqui con Trump.

"Abbiamo prestato particolare attenzione alla stabilità strategica... C'è solo un trattato attivo tra Russia e Stati Uniti, questo è il Trattato di riduzione delle armi strategiche, START-3... Abbiamo ribadito la nostra proposta di estendere questo trattato", ha detto Lavrov ai giornalisti dopo l'incontro con il presidente degli Stati Uniti.

Martedì scorso, il vice ministro degli Esteri russo Sergey Ryabkov ha dichiarato ai giornalisti di Washington che il lavoro dei canali di comunicazione tra Russia e Stati Uniti, in particolare sulle questioni di stabilità strategica e sicurezza, è stato bloccato e da luglio non si sono registrati progressi.

La Russia ha suggerito agli Stati Uniti di estendere il trattato New START per cinque anni o per un periodo più breve, se desiderato, ha annunciato Ryabkov all'inizio di questo mese.

New START è l'ultimo trattato di controllo degli armamenti rimasto in vigore tra Russia e Stati Uniti. Firmato nel 2010, il patto stabilisce che il numero di lanciatori di missili nucleari strategici deve essere dimezzato e limita il numero di testate nucleari strategiche dispiegate a 1.550.

Le relazioni commerciali e bilaterali

Trump ha anche sottolineato che il miglioramento delle relazioni tra Stati Uniti e Russia potrebbe portare a un aumento degli scambi bilaterali.

"Il Presidente ha osservato che una migliore relazione con la Russia consentirebbe un aumento degli scambi tra i nostri paesi", secondo la dichiarazione della Casa Bianca.

Lavrov ha affermato che la Russia e gli Stati Uniti continuano a discutere del consiglio consultivo di affari proposto dal presidente Vladimir Putin e dal suo omologo americano Donald Trump.

L'idea di creare un consiglio aziendale bilaterale è stata espressa durante un incontro tra Putin e Trump a Helsinki nel 2018. È stata ripresa quando i due leader si sono incontrati a Osaka, in Giappone, quest'estate.

Lavrov ha dichiarato che il presidente degli Stati Uniti stava valutando la possibilità di recarsi a Mosca per la celebrazione del Giorno della Vittoria il 9 maggio 2020.

"Il Presidente Putin ha invitato il Presidente Trump a visitare la celebrazione del Giorno della Vittoria a Mosca il 9 maggio. Ciò è accaduto durante il loro incontro a Osaka, in Giappone, e oggi ho confermato quell'invito, come indicato dal Presidente. Donald Trump sta attualmente considerando quell'invito", ha detto Lavrov. "Speriamo che, se si presenterà tale opportunità, saremo in grado di condurre un dialogo bilaterale integrale".

Nord Stream 2

Il ministro degli Esteri russo ha affermato che le sanzioni degli Stati Uniti non fermeranno il completamento del progetto del gasdotto Nord Stream-2.

"Il Congresso oggi è letteralmente sopraffatto dal desiderio di fare tutto per distruggere le nostre relazioni. Il lavoro avviato dall'amministrazione Obama continua. Ma siamo abituati a questo tipo di attacchi; sappiamo come reagire a loro. Vi assicuro che né Nord Stream-2 e Turkish Stream verranno fermati da loro, non succederà", ha detto Lavrov.

Situazione nel Golfo Persico

Lavrov ha affermato di aver discusso con il presidente degli Stati Uniti Trump della necessità di adottare misure per prevenire un'escalation della crisi nel Golfo Persico.

"Oggi abbiamo parlato della necessità di prendere alcune misure per prevenire l'aggravarsi della crisi nel Golfo Persico e adottare alcune misure nei rapporti con i problemi sorti a causa del ritiro unilaterale degli Stati Uniti dal Piano d'azione Globale COngiunto (PACG) sul programma nucleare iraniano ", ha detto Lavrov ai giornalisti a Washington.

Correlati:

Lavrov: insinuazioni su collusione tra Russia e Donald Trump sono falsità totale
Lavrov: USA stanno bloccando i passi di Trump per stabilire relazioni con la Russia
Lavrov non esclude discussione su trattato euromissili in incontro Putin-Trump
Tags:
Donald Trump
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik