03:53 16 Dicembre 2019
Matteo Salvini

Matteo Salvini a Bruxelles: parla dello scontro con Conte, delle patatine fritte e della Turchia

© Sputnik . Eliseo Bertolasi
Politica
URL abbreviato
3138
Seguici su

Matteo Salvini da Bruxelles interviene sull'agenda politica della Lega in Europa e riserva le prime battute al premier Conte e alla vicenda Mes. Poi richiama l'Europa e attacca la Turchia.

Matteo Salvini a Bruxelles, fa visita al gruppo degli eurodeputati della Lega che conta 28 politici e conferma la posizione del carroccio in Europa, “vicina al lavoro e alla crescita umana, economica e sociale dei popoli e delle donne e degli uomini”.

Non manca il richiamo al Mes e a quanto si è consumato ieri alla Camera dei deputati con l’informativa del presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

“Torno in Italia oggi pomeriggio perché il clima è frizzantino”, ironizza Salvini dicendo che a Conte "non mancheranno le cose da chiarire su tanti fronti e non lo invidio".

Gli obiettivi della Lega in Europa

Salvini parla di quelli che sono gli obiettivi politici della Lega in Europa, e dei contrasti con l’agenda della Commissione europea a guida Von der Leyen.

“Per quanto riguarda l’attività parlamentare della Lega in Europa, i fronti su cui stiamo lavorando sono innanzitutto il bilancio pluriennale e quindi il quadro finanziario, che parte con numeri inaccettabili e con penalizzazioni inaccettabili, ad esempio, per il settore dell’impresa agricola e della pesca italiane”, afferma Salvini durante la conferenza stampa all’Europarlamento.

Salvini chiarisce anche che la Lega si schiererà contro qualsiasi attacco “alla produzione che riguarda la nostra Dieta Mediterranea”. Non ci faremo riempire di “Red Bull e Coca-Cola e patatine fritte, al posto del latte, dell’olio e del Parmigiano reggiano”, su “input di qualche multinazionale”.

La Lega lavora anche sul tema della concorrenza sleale e del dumping sociale, ma anche si sta occupando del settore occupazionale del trasporto merci e della logistica.

Immigrazione. ‘Marcare a uomo’ Europa e Governo italiano

“Stiamo seguendo il dossier immigrazione. E qui dovremo marcare a uomo sia la Commissione europea che il Governo italiano, perché non ci siano trattative al ribasso nel nome della riapertura a una immigrazione di massa che sicuramente non serve né all’Italia, né all’Europa”, afferma Salvini.

Il Mes

Per quanto riguarda il Mes, Salvini ricorda che la Lega sarà presente domenica in mille piazze italiane per spiegare alle persone di cosa si tratta.

Sottolinea che "qualcuno ha mentito, o ha mentito Conte o Gualtieri o ha mentito il governo italiano o l'Eurogruppo o qualcuno a Roma o qualcuno a Bruxelles". 

"La nostra posizione è quella dei 5 stelle, il trattato così come è non è accettabile, va visito, ridiscusso, ridisegnato, emendato che è l'esatto contrario di quello che arrivava ieri da Bruxelles dicendo il pacchetto è chiuso. Mi sembra che il premier abbia diversi problemi, non lo invidio", dice Salvini. 

Salvini contro la Turchia

Tra gli obiettivi della Lega in Europa c’è anche l’eliminazione del finanziamento da 5 miliardi alla Turchia, perché “non ha senso economico, giuridico alcuno, anche dal punto di vista dei diritti umani e sociali, a cui almeno a parole l’Unione Europea si riferisce sempre”.

Video conferenza stampa di Salvini da Bruxelles

Da qui è possibile riascoltare la conferenza stampa integrale di Matteo Salvini a Bruxelles.

Correlati:

Mes, Salvini attacca Conte: "si vergogni, a rischio i risparmi degli italiani"
Meloni attacca Di Maio sul MES, se ha dignità lo dimostri e faccia cadere il governo
Matteo Salvini sul Mes: 'Se Conte ha firmato nuovo fondo salva stati è alto tradimento'
Tags:
Bruxelles, Parlamento Europeo, Matteo Salvini
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik