03:48 16 Dicembre 2019
Giuseppe Conte

Conte sul MES: "Lunedì spazzerò via le chiacchiere"

© Sputnik . Evgeny Utkin
Politica
URL abbreviato
5121
Seguici su

Questa sera è previsto un vertice di governo a Palazzo Chigi, mentre domani il presidente del Consiglio dovrebbe riferire in Parlamento in merito al fondo salva stati.

Giuseppe Conte prova a tirare le fila del governo e a mettere ordine in vista del  vertice di questa sera e del suo intervento in aula, previsto per la giornata di lunedì, con il quale riferirà sulla spinosa questione del fondo salva stati che, per l'ennesima volta, sembrerebbe mettere a rischio la tenuta dell'esecutivo

"Ogni volta, a ogni passaggio un po' delicato, si ragiona sempre del rischio del governo. Questo governo andrà avanti", ha garantito il presidente del Consiglio, ribadendo che il governo terrà "perché "perché il Paese ha tante urgenze, tanti problemi da risolvere".

Conte si è mostrato molto sicuro davanti ai giornalisti, affermando di voler spazzare via le chiacchiere: ""Dovete avere un po' di pazienza, lunedì passerò in Parlamento e metteremo tutti i tasselli al loro posto e inizieremo a spazzare via tutte le fesserie che sono state dette, ne ho ascoltate tante. Sono molto paziente ma il momento in cui dovremo spazzare via le chiacchiere che sono state fatte, sarà lunedì".

Un Conte che si mostra ancora una volta decisamente più battagliero rispetto alla sua prima iterazione nel governo gialloverde e che ribadisce le sue intenzioni di confrontarsi con il Parlamento sulla questione del MES.

"Ci confronteremo serenamente con il Parlamento come è giusto che sia, nel rispetto delle Istituzioni sovrane e dei cittadini. Ricordatevi sempre che se la politica anziché con la 'P' maiuscola si comporta con la 'P' minuscola, poi cala la fiducia nella classe dirigente, nella classe politica".

Un invito alle opposizioni

Il premier ha poi concluso il suo intervento dedicando qualche parola alle opposizioni e, in particolare, a Lega e a FdI, che nei giorni hanno espresso il proprio no categorico al fondo salva stati.

Conte ha invitato le forze di minoranza ad essere sì dure con il governo, se necessario, ma anche a mantenere la propria credibilità, con un chiaro riferimento a Matteo Salvini, che nei giorni il presidente del Consiglio ha minacciato di querela.

"Alle opposizioni chiedo sempre di essere serie, dure anche aspre con il governo e con le forze di maggioranza, ma sempre di essere credibili. Quando ci sono menzogne queste fanno male a loro stesse e a tutta la politica, alla democrazia".
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik