04:07 08 Dicembre 2019
Il primo ministro di Israele Benjamin Netanyahu

Netanyahu: rischio nuovo attacchi iraniani con rafforzamento presenza militare Usa

© REUTERS / Amir Cohen
Politica
URL abbreviato
3113
Seguici su

In precedenza il comandante delle forze americane in Medio Oriente, il generale Kenneth McKenzie, aveva fatto affermazioni simili, definendo l'Iran "bullo di quartiere".

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha affermato durante il suo intervento all'apertura del consiglio dei ministri di oggi che l'Iran sta pianificando "ulteriori attacchi", non solo contro i Paesi vicini, ma anche contro i suoi stessi cittadini.
Il politico non ha specificato ulteriormente le sue affermazioni, inclusa l'informazione sui Paesi che potrebbero essere colpiti, ma ha esortato la comunità internazionale ad unirsi alle pressioni contro l'Iran, definito come il "più grande regime terroristico nel mondo".

"Chiedo a tutti i Paesi del mondo che ambiscono alla pace nella nostra regione, e in tutto il mondo in generale, di unirsi agli sforzi per esercitare maggiori pressioni sull'Iran e per sostenere Israele che contrasta questa aggressività", ha affermato.

Parlando dei presunti attacchi dell'Iran ai propri cittadini, Netanyahu ha fatto riferimento a notizie non confermate della Ong Amnesty International, che ha denunciato l'uccisione di 100 persone nelle proteste contro il rincaro del carburante che hanno scosso il Paese. Teheran ha riferito che solo un civile è rimasto ucciso durante le agitazioni.

I commenti di Netanyahu sono arrivati ​​in risposta alle dichiarazioni del comandante delle forze statunitensi in Medio Oriente, il generale Kenneth McKenzie, secondo cui "è molto probabile che l'Iran attaccherà di nuovo", riferendosi al bombardamento effettuato dai droni sugli impianti petroliferi in Arabia Saudita e le petroliere nel Golfo Persico, di cui Washington incolpa Teheran. La Repubblica Islamica ha respinto con decisione le accuse.

McKenzie ha inoltre osservato che l'Iran, sotto la "massima pressione" dalle sanzioni statunitensi, potrebbe cercare di "rompere la campagna" nel tentativo di provocare Washington.

Tags:
Benjamin Netanyahu, Medio Oriente, esercito USA, Israele, Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik