23:55 07 Dicembre 2019
Ilva di Taranto

ArcelorMittal, Conte: "Pronti a coinvolgimento dello Stato per il nuovo piano industriale"

© Foto : TPI
Politica
URL abbreviato
2 0 0
Seguici su

Un nuovo piano industriale, piena continuità produttiva, mantenimento livello occupazionale, risanamento ambientale: questi gli obiettivi del percorso di interlocuzione iniziato da governo e società. Per il momento lo scudo penale non è all'ordine del giorno.

E' stato fatto un passo avanti nelle trattative per l'ex Ilva, dopo l'incontro tra il governo e i vertici di ArcelorMittal. La società ha deciso di sedersi al tavolo con l'esecutivo e iniziare un percorso di interlocuzione per trovare una via d'uscita alla crisi dello stabilimento, attraverso il rilancio, la riqualificazione e il risanamento ambientale.

"Alla fine di questo ampio confronto i signori Mittal si sono resi disponibili ad avviare una immediata interlocuzione - ha dichiarato il premier in conferenza stampa - volta conseguire un percorso condiviso sul futuro delle attività dello stabilimento ex Ilva a Taranto". 
Seduti al tavolo dei colloqui, il premier Conte, il titolare del MISE, Stefano Patuanelli, e il ministro per l'Economia e Finanza, Roberto Gualtieri  si sono confrontati con i vertici della multinazionale, Lakshmi e Aditya Mittal, rispettivamente Ceo e Cfo del gruppo AM, nonché Lucia Morselli, amministratore delegato per l’azienda in Italia. 

Rilancio impianto e risanamento ambientale

L'obiettivo adesso sarà quello di ridefinire un nuovo piano industriale per l'ex Ilva, "che contempli nuove soluzioni produttive con tecnologie ecologiche", orientato verso "il massimo impegno del risanamento ambientale". 

Il governo, ha dichiarato il premier Conte, lascia aperte tutte le porte alla società per il rilancio dello stabilimento e del settore, incluso la partecipazione dello Stato, in ragione dell'importante ruolo dell'ex Ilva nell'economia italiana.

"E' stata anche valutata  la possibilità di un coinvolgimento pubblico nel nuovo progetto. Il pieno coinvolgimento del sistema Italia è stato messo sul tavolo sin dall'inizio. In questa prospettiva abbiamo valutato la disponibilità di un coinvolgimento anche pubblico".

Il rilancio dell'acciaieria dovrà essere predisposto nell'ambito di un piano di transizione energetico, in linea con la sensibilità nazionale, non solo tarantina e locale, nei confronti del risanamento ambientale.

Tutela dei lavoratori

Il Governo è disponibile a sostenere il percorso di rilancio aziendale assieme ad ArcelorMittal, "anche con misure sociali, se necessarie, in accordo con i sindacati", al fine di garantire "il livello massimo di occupazione" dei lavoratori. 

Il procedimento giudiziario

Sulla via giudiziaria intrapresa dai commissari, che ha portato all'apertura di un fascicolo su ArcelorMittal presso la procura di Milano, il governo si dice disposto a fare un passo indietro al fine di giungere ad un accordo con la società.

"Per consentire che questo processo possa partorire quello che sarà un piano industriale" Conte chiede che si possa assicurare un rinvio della prima udienza del procedimento cautelare d'urgenza, fissata per il 27 novembre. Si tratterà comunque, specifica il premier, "di una breve dilazione dei termini processuali". 

Il differimento, però, non sarà incondizionato: ArcelorMittal dovrà garantire il funzionamento degli impianti a pieno regime e la continuità produttiva anche durante la fase negoziale. 

Lo scudo penale

Lo scudo penale non è stato oggetto del tavolo di interlocuzione fra governo e azienda. "Siete appassionati di scudo penale, ma noi non abbiamo neanche discusso di scudo penale", ha risposto ironicamente il premier alla domanda di un giornalista. 

La questione centrale in questa fase dei negoziati, sottolinea Conte, è il polo industriale strategico di Taranto, il suo rilancio e il risanamento ambientale dell'area. Non solo una questione economica, ma sociale, declinata nei suoi vari aspetti: ambientale, occupazionale. Per questa ragione, ha annunciato il premier, il governo tornerà a Taranto con un pacchetto di rilancio della comunità. 

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik