18:23 07 Dicembre 2019
Luigi Di MaioLa squadra di governo del Movimento 5 Stelle

Da Rousseau no alla pausa di riflessione. I 5 Stelle si presenteranno alle regionali

© AP Photo / Francisco SecoFacebook - Luigi di Maio
1 / 2
Politica
URL abbreviato
4411
Seguici su

I risultati della votazione sulla piattaforma Rousseau, segnano una decisa prevalenza dei NO con il 70,6% dei voti, dimostrando l'intenzione della base pentastellata di partecipare alle elezioni regionali in Emilia Romagna e Calabria.

Dalle ore 12 alle ore 20 di oggi, giovedì 21 novembre, gli iscritti del Movimento 5 Stelle sono stati chiamati a votare sulla piattaforma Rousseau per esprimersi sulla possibilità che il Movimento 5 Stelle osservi una pausa elettorale fino a marzo per preparare gli Stati Generali evitando di partecipare alle elezioni regionali di gennaio in Emilia-Romagna e Calabria.

Votando SI, l’iscritto sceglieva di effettuare la pausa elettorale non partecipando alle suddette elezioni, mentre votando NO, l’iscritto sceglieva di non effettuare la pausa elettorale partecipando alle suddette elezioni.

L'esito del voto ha stabilito la partecipazione dei pentastellati alle prossime elezioni regionali di Gennaio, con il NO del 70,6% degli iscritti al movimento. Il NO conta 19,248 voti, contro gli 8,025 voti per il Sì. 

Il dibattito sui social

Questa votazione ha causato molte reazioni su internet da parte degli utenti che hanno twittato a proposito della votazione con l'hashtag #Rousseau, costantemente al top tra gli argomenti di discussione

Nel mirino di molti è finito il segretario Luigi Di Maio, accusato di essere stato sconfitto:

Dal canto suo Di Maio ha elogiato ancora una volta l'unicità del Movimento, che ancora una volta ha preso una decisione consultando la propria base:

​Critiche però sono arrivate nei confronti della scarsa partecipazione alla votazione, che ha contato solo 27,273 preferenze contro i 125,018 aventi diritto di voto poiché iscritti al movimento, insieme al confusionario metodo di votazione utilizzato nella piattaforma, con un'opzione Sì ed un'opzione No non molto chiare.

​La precedente votazione Rousseau

La votazione precedente, in cui gli M5S utilizzarono la piattaforma Rousseau, risale al 3 settembre 2019, quando i pentastellati votarono per la proposta di un governo con il Pd. In questa occasione il 79,3% degli iscritti al partito furono a favore di un governo con i dem, posizione che ha dato il via libera alla formazione dell'esecutivo Conte bis.

 

Tags:
M5S
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik