18:13 07 Dicembre 2019

Morales tornerà in Bolivia se l'Assemblea Legislativa non approverà le dimissioni

© REUTERS / Carlos Garcia Rawlins
Politica
URL abbreviato
2211
Seguici su

Evo Morales si è detto pronto a tornare in Bolivia qualora le sue dimissioni non dovessero essere approvate dall'Assemblea legislativa del paese.

Il presidente dimissionario della Bolivia Evo Morales ha annunciato che, a dispetto del suo 'esilio' in Messico, è pronto a tornare nel paese qualora l'Assemblea legislativa plurinazionale non dovesse approvare la sua lettera di dimissioni, consegnata appena qualche giorno fa.

"La mia lettera di dimissioni si trova all'Assemblea. Se non la approveranno, ritornerò. In questo momento sento di poter essere in grado di pacificare la Bolivia", ha dichiarato Morales in un'intervista al quotidiano messicano El Universal.

Il leader di La Paz ha sottolineato che la violenza armata alla quale si sta assistedo in questi giorni nel paese non porterà altro che conseguenze negative alla Bolivia ma non la pace.

"Il dialogo, con la partecipazione delle Nazioni Unite, la Chiesa cattolica e i paesi mediatori porteranno la pace alla Bolivia", ha proseguito Evo Morales.

Le dimissioni e l'esilio in Messico di Evo Morales

Domenica scorsa, dopo essere stato invitato dai vertici militari a lasciare il suo posto, Evo Morales ha presentato una lettera di dimissioni dalla carica di capo dello stato e si è rifugiato in Messico, dopo che la sua rielezione al primo turno del 20 ottobre scorso aveva scatenato un'ondata di proteste e di violenza, con il principale leader dell'opposizione, Carlos Mesa, che si era rifiutato di riconoscere l'esito delle urne.

Martedì, la senatrice d'opposizione Jeanine Áñez ha annunciato che avrebbe preso in mano le redini del paese durante la transizione verso nuove elezioni, venendo effettivamente proclamata presidente ad interim un giorno dopo, con l'approvazione del Tribunale costituzionale della Bolivia, pur senza raggiungere il quorum minimo in parlamento.

La nomina di Áñez ha portato però grande malcontento tra la popolazione civile boliviana, specie tra i sostenitori di Morales, per larga parte di etnia indigena, che ieri sono scesi ancora una volta in piazza per manifestare contro l'illegittimità del mandato della vice-speaker del Senato.

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik