17:42 07 Dicembre 2019
Lara Comi, vicepresidente del Gruppo Ppe all'Europarlamento

Tangenti, arrestata l'ex eurodeputata di FI Lara Comi

© Sputnik . Evgeny Utkin
Politica
URL abbreviato
18313
Seguici su

L'ex eurodeputata forzista Lara Comi è stata arrestata per una truffa ai danni del Parlamento europeo. Lo riporta il Corriere della Sera.

Nell'ambito dell'indagine "Mensa dei Poveri" sono stati arrestati l'ex eurodeputata di Forza Italia Lara Comi, l’ad dei supermercati Tigros Paolo Orrigoni (entrambi ai domiciliari) e il dg di Afol Metropolitana Giuseppe Zingale (in carcere). Vengono accusati, a vario titolo, di corruzione, finanziamento illecito e truffa.

L'arresto è stato effettuato dal Nucleo di polizia economico finanziaria della Gdf di Milano, insieme ai colleghi di Busto Arsizio. L'ordinanza di custodia cautelare è stata emessa dalla Guardia di finanza.

Di che cosa viene accusata Lara Comi?

Ecco i cinque capi di imputazione che riguardano Lara Comi:

  • Il primo episodio è la corruzione per la consulenza a favore dell'avvocato Maria Teresa Bergamaschi incassata da Afol. Si tratta di un doppio contratto da 38mila euro, di cui l'ex eurodeputata ha ricevuto 10mila.
  • All'ex eurodeputata vengono imputati due episodi di truffa ai danni del Parlamento europeo. Si presume che aveva aumentato lo stipendio al suo addetto stampa di due mila euro (da mille a tre mila) per poi incassare ogni mese questa somma. Il secondo episodio ha a che fare con un contratto fittizio di consulenza come collaboratore al Parlamento europeo di Nino Caianiello che non ne sapeva niente.
  • Altri due capi di imputazione riguardano il finanziamento illecito e le fatture false da 31mila euro per la finta consulenza. I soldi erano stati incassati da una società del presidente di Confindustria Lombardia Marco Bonometti.
Tags:
Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik