18:30 07 Dicembre 2019
La gente alla parata militare in Cina

Ecco perché agli USA non conviene forzare troppo la mano con la Cina

© AP Photo / Andy Wong
Politica
URL abbreviato
370
Seguici su

Secondo gli analisti del National Interest un conflitto armato con la Cina risulterebbe disastroso per gli Stati Uniti in quanto Pechino in passato, con gli avversari di pari forza, ha sempre chiuso i canali di comunicazione, spingendo per una escalation con la speranza d'indurre il nemico a rivalutare "l'aggressione".

È più facile iniziare una guerra che terminare una guerra, come molte nazioni hanno imparato sulla propria pelle e questo è particolarmente vero con la Cina. Nel 1937, il Giappone cercò di conquistare la Cina: otto anni dopo, quando il Giappone si arrese, ci stava ancora provando. Alla fine del 1951, la guerra di Corea era degenerata in una situazione di stallo, e la Cina continuava a combattere contro le truppe delle Nazioni Unite mentre i negoziati di Panmunjon proseguivano.

Quindi se oggi scoppiasse una guerra USA-Cina, come finirebbe? Una volta entrata in guerra la Cina potrebbe non avere fretta che il conflitto finisca, scrive il National Interest.

"In generale, l'approccio cinese alla diplomazia, escalation e mediazione ha creato ostacoli alla risoluzione dei conflitti", scrive Oriana Skylar Mastro, professoressa di studi sulla sicurezza alla Georgetown University, in un post sul blog di Lawfare.

Mastro sostiene che è più probabile che le guerre finiscano quando sono presenti tre condizioni: i nemici sono disposti a discutere, sono disposti a ridimensionare gli scontri per indurre i negoziati e sono aperti alla mediazione di terzi.

Il problema è che la Cina comunista non ha mai abbracciato queste condizioni durante i suoi conflitti precedenti secondo l’autrice. In termini di diplomazia in tempo di guerra, "la Cina era disposta ad aprire canali di comunicazione nelle fasi iniziali del conflitto solo con le parti più deboli", scrive Mastro. "Altrimenti, la Cina ha interrotto le comunicazioni e ha ritardato i negoziati fino a quando non ha dimostrato sufficiente resistenza attraverso i combattimenti".

La Cina ha sempre preferito intensificare gli scontri piuttosto che declassare nell'aspettativa che "un'escalation pesante assicurasse che un breve conflitto si concludesse alle condizioni della Cina". e per non agire da veri mediatori".

In un articolo sull'International Studies Review, Mastro ha spiegato come la guerra di Corea abbia dimostrato queste tendenze. La Cina ha respinto i negoziati durante i primi otto mesi di guerra nella speranza che i suoi eserciti potessero espellere le forze delle Nazioni Unite e vincere la guerra. Il massiccio intervento delle forze cinesi rifletteva la convinzione che un'escalation rapida avrebbe convinto gli Stati Uniti che salvare la Corea del Sud sarebbe stato troppo costoso, mentre sperava anche che l'opinione pubblica globale e gli alleati europei d'America avrebbero indotto gli Stati Uniti a lasciare la Corea.

Dati questi eventi storici e le azioni della Cina, Mastro ritiene che Pechino potrebbe essere tentata di optare per un'escalation rapida e pesante di un conflitto regionale per vincere la guerra prima che gli Stati Uniti possano intervenire. 

Ma la Cina non è lo stesso paese del secolo scorso

"La Cina non è lo stesso paese che era quando ha combattuto le sue guerre precedenti". L'esercito cinese è più forte di quelli dei suoi vicini, ma la sua economia oggi è più integrata nel mercato globale e il Partito comunista ha meno controllo sull'opinione pubblica rispetto a Mao o Deng Xiaoping

Poiché la Cina è più forte oggi, potrebbe essere più disposta a negoziare la fine di un conflitto nelle prime fasi. 

Come dovrebbero agire gli Stati Uniti

Gli analisti del National Interest suggeriscono сhe gli Stati Uniti dovrebbero indicare apertamente la loro disponibilità al dialogo durante la guerra e offrire i loro servizi di mediatore se il conflitto non coinvolge l'America. Il dipartimento militare e statale degli Stati Uniti dovrebbe elaborare una strategia politico-militare congiunta "che sfrutti al massimo le vittorie militari e riduca i costi di battute d'arresto operative". Gli Stati Uniti dovrebbero anche cercare di ottenere il sostegno degli alleati cinesi come Russia, Pakistan e Cambogia.

Correlati:

Funzionari federali USA avvertono: Russia, Cina, Iran minacciano le elezioni del 2020
Guerre commerciali: Cina e USA si danno una tregua, prezzo dell’oro cala
Usa in svantaggio su Russia e Cina su armi con intelligenza artificiale - Daily Mail
Tags:
The National Interest, USA, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik