Widgets Magazine
07:50 13 Novembre 2019
Spagna

Spagna: elezioni generali, si va al voto il quarto anno di seguito

© flickr.com/ nene9
Politica
URL abbreviato
0 20
Seguici su

Gli elettori in Spagna si stanno preparando per andare alle urne per la quarta volta negli ultimi quattro anni.

La Spagna oggi, 10 novembre, vivrà una giornata elettorale senza precedenti. Queste sono le terze elezioni che si svolgono in otto mesi, il quarto voto generale in quattro anni - un mandato che ufficialmente dovrebbe durare per un governo - e la seconda volta che si verifica una ripetizione in conformità con il periodo di due mesi stabilito dall'articolo 99 del Costituzione, non essendo stata possibile l'investitura di un presidente o la formazione del governo. 

Oltre 37 milioni di spagnoli sono chiamati oggi alle urne per eleggere il Congresso e il Senato. Milioni di cittadini ai quali le formazioni politiche con rappresentanza parlamentare chiedono, ancora una volta, di depositare il proprio voto nell'urna per trovare una maggioranza al governo, anche con il Parlamento frammentato.

Le ultime elezioni, ad aprile, hanno visto il Partito Socialista dei Lavoratori (PSOE) al potere incapace di formare una coalizione dopo aver vinto il maggior numero di seggi, ma non la maggioranza, nel parlamento a Madrid.

E' dal 2015 che il paese tenta di formare un governo stabile. 

Queste elezioni porranno fine allo stallo?

Dopo il voto di aprile, il primo ministro socialista Pedro Sánchez ha iniziato i colloqui di coalizione con il partito di sinistra Podemos, ma questi sono crollati, facendo perdere loro la scadenza di settembre per formare un nuovo governo.

Venerdì, durante una manifestazione conclusiva, Sánchez ha detto ai sostenitori: "Ci sono solo due opzioni: o votare per i socialisti in modo da avere un governo, o votare per qualsiasi altro partito per impedire alla Spagna di ottenere un governo progressista".

Probabilmente è Sanchez avvantaggiato nella sua attuale posizione di capo “custode” del governo, nonostante non abbia mai vinto una maggioranza parlamentare.

Ma gli ultimi sondaggi d'opinione mostrano che nessuna delle parti riuscirà a ottenere la maggioranza.

Questi ultimi mostrano di nuovo i socialisti in testa, ma con meno voti rispetto alle elezioni di aprile, e il partito conservatore Partido Popular (PP) e Vox che guadagnano terreno.

Le elezioni arrivano anche meno di un mese dopo che la Corte Suprema spagnola ha pronunciato il verdetto con lunghe pene detentive contro nove leader dell'indipendenza catalani, scatenando proteste e violenze nelle strade della Catalogna.

La crisi catalana 

La crisi catalana ha dominato la campagna elettorale, con i partiti di destra, Vox, PP e Ciudadanos di centrodestra, che assumono una linea dura anti-separatista.

Il sostegno a Vox è aumentato nelle ultime elezioni, con il partito che ha vinto 24 seggi in parlamento con oltre il 10% dei voti. Nel frattempo, il PP ha subito la peggiore performance elettorale in assoluto.

Correlati:

Dalla Spagna all'Italia la crisi del settore agricolo unisce l'Europa
Via al processo per strage del bus in Spagna in cui morirono 7 ragazze italiane
Spagna, i resti di Franco saranno riesumati questo giovedì
Tags:
elezioni, voto, Spagna
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik