20:20 07 Dicembre 2019
Incontro Putin-Macron a Mosca (foto d'archivio)

Per rivista polacca Macron è "l'utile idiota del Cremlino" dopo le critiche alla Nato

© Sputnik . Sergei Guneev
Politica
URL abbreviato
11129
Seguici su

Il giornalista del settimanale polacco Jakub Mielnik ha duramente criticato la dichiarazione del presidente francese Emmanuel Macron sulla "morte del cervello della NATO".

In un articolo intitolato "Macron l'utile idiota del Cremlino", il giornalista afferma che il capo di Stato francese, sollecitando gli alleati della Nato a non fare affidamento sugli Stati Uniti, non li aiuterebbe in una situazione critica. A sostegno della sua tesi, l'autore dell'articolo afferma che la Francia non è minacciata da un attacco militare, mentre sui Paesi del fianco orientale incombe un problema simile. Come esempio ha elencato Polonia, Lituania, Lettonia, Romania ed Estonia, ma non ha esplicitato chi li avrebbe "attaccati".

Inoltre Mielnik è convinto che i Paesi europei, in linea di principio, non possano badare alla propria sicurezza militare senza il sostegno di Washington. Secondo il giornalista, durante la guerra fredda e dopo il crollo dell'Urss, l'Europa era impotente di fronte ai problemi che si moltiplicavano.

"L'impotenza diplomatica e l'indecisione nella sfera militare sono state le ragioni principali dello scoppio della sanguinosa guerra in Jugoslavia negli anni '90, che è stata fermata solo dopo l'intervento degli americani (in modo che gli alleati europei potessero salvare la faccia, è stata condotta un'operazione sotto le spoglie della NATO)", scrive Mielnik. Non ha riportato il fatto che "l'intervento americano" consisteva nel bombardamento di obiettivi pacifici con munizioni all'uranio impoverito e le vittime dei raid erano perlopiù civili.

In tutta la parte rimanente del testo, il giornalista parla apertamente del presidente francese. Definisce l'inquilino dell'Eliseo "una vergogna", che allunga la coda per distogliere l'attenzione dai suoi gravi difetti. Secondo il giornalista, Macron si lamenta costantemente della bassezza della politica internazionale, quindi ha bisogno di "piangere in pubblico".

In precedenza il presidente francese Emmanuel Macron aveva dichiarato in un'intervista all'Economist che "il cervello della NATO è morto". Ha osservato che l'organizzazione non ha alcun coordinamento sulle decisioni strategiche. A suo avviso, gli Stati Uniti "voltano le spalle agli alleati", perseguendo una politica indipendente in Siria. Il presidente francese ha espresso l'opinione che l'Europa debba "svegliarsi" e iniziare a sviluppare il suo potenziale di difesa, in quanto è "al limite dell'abisso".

In Russia molti politici e diplomatici hanno apprezzato la posizione del capo di Stato francese.

Tags:
Russofobia, Geopolitica, Cremlino, Emmanuel Macron, Politica Internazionale, NATO, USA, Russia, Francia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik