22:42 11 Dicembre 2019

Matteo Renzi contro Giuseppe Conte: ‘Governo avanti anche senza di lui’

Facebook- Matteo Renzi
Politica
URL abbreviato
2215
Seguici su

Matteo Renzi dice che l'attuale Governo andrà avanti con o senza il premier Giuseppe Conte, creando i presupposti per nuove fibrillazioni nella maggioranza.

Il governo giallorosso andrà avanti fino al 2023, ma con o senza il premier Conte? Questa la domanda che il giornalista de Il Messaggero rivolge a Matteo Renzi sul volo di ritorno dagli Stati Uniti, e la sua risposta è poco diplomatica e di quelle che non potrà che far fibrillare ulteriormente la maggioranza.

“Dipende da come funziona il governo, – dice Renzi – non da me. Niente di personale, sia chiaro: a me sta a cuore l’Italia, non il futuro dell’avvocato Conte. Conte è stato il premier di una maggioranza che ha azzerato la crescita in Italia: per una serie di circostanze oggi si ritrova premier anche della maggioranza alternativa”.

Poi aggiunge, quasi a voler gettare acqua sul fuoco che ha appena alimentato:

“Per me l’unica preoccupazione è che l’Italia vada avanti, che le tasse non aumentino, che il Paese si rialzi: quindi spero che Conte lavori bene. Faccio il tifo per lui e gli do una mano, oggi, senza farmi film sul domani”.

Renzi si prende il merito di aver fatto ‘igiene istituzionale’

A proposito della crisi di governo aperta dalla Lega ad agosto, Renzi si prende il merito della costituzione del governo giallorosso: “rivendico l’operazione di igiene istituzionale che abbiamo fatto”, quando era ancora un senatore del Partito Democratico va aggiunto.

Renzi lo definisce “il blitz di agosto” con cui ha eliminato alcuni rischi per l’Italia: l’aumento dell’Iva in caso di elezioni anticipate; i pieni poteri a Salvini; un capo dello Stato No Euro; mercati finanziari agitati contro il nostro Paese.

Le previsioni di Renzi in caso di elezioni anticipate

Il leader di Italia Viva non risparmia critiche al suo ex partito e con una frase ad effetto lancia un messaggio a chi di tanto in tanto nella maggioranza minaccia elezioni anticipate:

“Se poi qualcuno vuole andare a votare prima, magari per replicare il brillante risultato dell’Umbria dove si è scelto di anticipare il voto facendo della regione un caso nazionale, non ha che dirlo”.

Matteo Renzi contro le tasse su plastica e zucchero

Un Renzi di sinistra che ragiona da uomo di destra, così potrebbe ragionare qualcuno ad ascoltarlo nella sua posizione intransigente contro nuove tasse, come quella sullo zucchero e la plastica.

“C’è bisogno di eliminare i tre principali errori rimasti – riferisce nell’intervista rilasciata a Il Messaggero –: le tasse su zucchero, plastica e soprattutto auto aziendali che sono una inspiegabile mazzata alla classe media”.
Risposta del M5S
La risposta dei pentastellati: "Lo vogliamo dire chiaramente: non esiste futuro per questa legislatura se qualcuno prova a mettere in discussione il presidente Conte con giochini di palazzo, immaginando scenari futuri decisamente fantasiosi. Lo stesso vale anche se si continua a indebolire quest’Esecutivo attraverso messaggi che fanno male al Paese e che lo mettono continuamente in fibrillazione".

Correlati:

Dopo le merendine (forse) arriva la tassa sulle bottiglie di plastica
Germania, i medici chiedono introduzione di una tassa sullo zucchero
Matteo Renzi contro Quota 100: ‘La aboliremo in Parlamento’
Italia Viva, alla Leopolda svelato il simbolo del nuovo partito di Matteo Renzi
Tags:
Matteo Renzi
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik