16:05 22 Novembre 2019
George Soros

Il candidato democratico "più qualificato" per la Casa Bianca secondo Soros

© AP Photo / Francois Mori
Politica
URL abbreviato
3015
Seguici su

George Soros, il discusso speculatore finanziario e autoproclamato guardiano dei valori liberali, ha rifiutato di sostenere apertamente un particolare candidato democratico per le presidenziali del 2020, tuttavia dai suoi recenti commenti trapela la simpatia per Elizabeth Warren.

Il magnate George Soros crede che Elizabeth Warren sia il miglior esponente dei Democratici in grado di competere con Donald Trump alle elezioni presidenziali del prossimo anno.

In un'intervista con il New York Times pubblicata ieri, ha descritto la senatrice del Massachusetts come "la persona da battere".

"Non faccio un endorsement, ma credo che sia la più qualificata per diventare presidente".

La campagna elettorale della Warren

Elizabeth Warren, 70 anni, è costantemente salita nei sondaggi nazionali nel corso dell'anno diventando la favorita nella corsa all'interno del Partito Democratico. Attualmente gode di un vantaggio 7 punti percentuali su Joe Biden, secondo l'ultimo sondaggio dell'Università di Quinnipiac; altri sondaggi pubblicati all'inizio di questo mese davano Biden come il candidato favorito dei Democratici.
Una delle principali promesse della campagna della Warren è il cosiddetto piano fiscale ultra-milionario, che andrebbe a colpire con un'imposta patrimoniale annuale del 2% gli americani con un patrimonio superiore ai 50 milioni di dollari, mentre l'aliquota salirebbe al 3% per i cittadini dal patrimonio superiore al miliardo di dollari.

Tuttavia, ciò che la Warren non ha voluto ammettere che al contrario molti credono implichi il suo piano, è che le tasse aumenteranno anche per la classe media, in modo da poter finanziare le sue ambiziose iniziative, come l'accesso gratuito al collage e l'assistenza sanitaria per tutti i minori.

Cosa ne pensa Soros

George Soros, un grande finanziatore dei Democratici che recentemente ha stanziato 5,1 milioni $ al partito in vista delle elezioni del prossimo anno, ha approvato il piano fiscale della Warren. Non pensa che costringerà i ricchi a trasferirsi in giurisdizioni a imposte più basse e ritiene che le entrate aiuteranno a combattere i cambiamenti climatici e a migliorare l'economia.

Il miliardario ungherese-americano di 89 anni era tra i vip, tra cui l'erede Disney Abigail Disney e il co-fondatore di Facebook Chris Hughes, che a giugno avevano firmato una lettera aperta a sostegno della tassa sulla ricchezza proposta dalla Warren.

Tags:
George Soros, Presidenziali USA 2020, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik