03:14 20 Novembre 2019
Tank USA nel porto tedesco di Bremerhaven

Sinistra tedesca chiede il ritiro delle truppe Usa dalla Germania

© REUTERS / Fabian Bimmer
Politica
URL abbreviato
3320
Seguici su

Deputati di Die Linke, la sinistra radicale tedesca, hanno chiesto al governo di annullare l'accordo sulla presenza delle forze armate statunitensi nel Paese, segnalano i media russi.

I deputati di Die Linke hanno espresso l'opinione che la loro presenza sia usata per creare tensione nei rapporti con Mosca.

"Le truppe statunitensi in colonne lungo strade e ferrovie si spostano da una base all'altra, avvicinandosi al confine occidentale della Russia", hanno detto.

Questi spostamenti, si afferma nel testo della mozione, "violano lo spirito del "Trattato sulla risoluzione definitiva della Germania", noto anche come "accordo 2+4". È stato firmato nel 1990 dalla Repubblica Democratica Tedesca, dalla Repubblica federale di Germania, dall'Urss, dalla Francia, dalla Gran Bretagna e dagli Stati Uniti. Il documento esclude la possibilità di schierare e dispiegare truppe straniere e armi nucleari sul territorio dell'ex Germania orientale.

Inoltre i deputati del Bundestag hanno criticato la presenza di soldati americani su base rotazionale in Polonia e nei Paesi baltici, fatto che mette a repentaglio l'atto fondamentale Russia-NATO, "l'ultimo accordo ancora valido tra Occidente e Russia sulla limitazione delle armi non nucleari".

In una sessione parlamentare a parte, i deputati di Die Linke e di Alternativa per la Germania sono intervenuti al Bundestag, invitando i Paesi occidentali e la Germania a revocare tutte le sanzioni contro la Russia, sostenendo che nei cinque anni in cui sono in vigore, sono servite solo a danneggiare l'economia tedesca.

L’espansione della NATO a est e i “problemi logistici”

Alla caduta del muro di Berlino, la NATO aveva 16 membri. Ora l’Alleanza ne conta ben 29, molti dei quali ex membri del Patto di Varsavia. L’ingresso di questi Paesi all'interno dell’Alleanza ha avuto diversi implicazioni, a partire dalle dottrine militari e l'interoperabilità alle attrezzature e alle linee interne di comunicazione.

L'espansione della NATO ha notevolmente aumentato la lunghezza delle linee interne di comunicazione. Negli anni '70 e '80, le unità dell'esercito americano dovevano essere preparate a spostarsi dalle loro posizioni di presidio al confine tedesco a una distanza di circa 270 chilometri. Ora, le truppe dovrebbero spostarsi su una distanza fino a 2500 km dai loro presidi in Germania sul fianco nord-orientale della NATO sulle rive del Mar Baltico o al suo fianco sud-orientale sul Mar Nero.

Di conseguenza sono nate una serie di difficoltà di trasporto e di logistica non indifferenti per l’Alleanza Atlantica.

Ad esempio due anni fa dei carri armati americani sono stati danneggiati durante il trasporto su ferrovia, dopo che il treno che li trasportava è entrato in una stazione polacca con delle tettoie troppo basse per far passare i mezzi.

Tags:
Bundestag, Europa orientale, Geopolitica, Russia, esercito USA, USA, Germania
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik