Widgets Magazine
04:32 12 Novembre 2019
Presidente bielorusso Alexander Lukashenko

Il leader bielorusso Lukashenko visiterà l'Unione Europea per la prima volta in 3 anni

© REUTERS / Vasily Fedosenko
Politica
URL abbreviato
0 21
Seguici su

Lo ha annunciato nella giornata di lunedì il ministro degli Esteri bielorusso Vladimir Makkey, specificando la data e dando alcune anticipazioni sull'agenda della visita:

“Questa visita è fissata al 12 novembre. Siamo in stretto contatto con i partner austriaci”, ha affermato Makkey nel corso di una conferenza stampa tenuta a Berlino, dopo il diplomatico bielorusso ha incontrato il suo omologo tedesco Heiko Maas.

Il capo del ministero degli Esteri bielorusso ha riferito che in Austria Lukashenko terrà un colloquio con Alexander Van der Bellen, presidente austriaco.

Negli ultimi mesi Bielorussia e Austria hanno sviluppato attivamente le proprie relazioni bilaterali: a marzo si era recato in visita a Minsk il cancelliere austriaco - allora in carica - Sebastian Kurz.

Tre anni fa la Visita a Roma e Vaticano

L’ultima visita di Alexander Lukashenko in un paese dell'Unione Europea risale al maggio del 2016, quando il leader bielorusso si era recato a Roma, ed aveva incontrato il presidente della Repubblica Mattarella e Papa Francesco. In quell'occasione Lukashenko aveva apprezzato il sostegno dell’Italia per il ripristino di relazioni normali tra Unione Europea e Bielorussia.

“Alla discussione di questo tema abbiamo dedicato il giusto tempo, in modo particolare insieme al presidente dell'Italia”, aveva affermato il leader bielorusso.

Dopo la visita in Italia e in Vaticano Lukashenko è stato più volte invitato nell'Ue per vari eventi, ma senza mai prendervi parte.

L' “Ultimo dittatore” dell’Europa

La visita di Lukashenko in Italia era stata prima nell’UE dopo un lungo periodo in cui il leader bielorusso era stato sotto sanzioni e non poteva entrare nei paesi dell’Unione Europea. I media di molti paesi avevano ribattezzato il leader bielorusso “l’ultimo dittatore dell’Europa”.

Il 15 febbraio del 2016 l’Ue ha abrogato le sanzioni contro Alexander Lukashenko e 169 funzionari bielorussi, revocando il divieto d'ingresso nell'Unione Europea e le sanzioni finanziarie.

Tags:
UE, Bielorussia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik