11:25 15 Novembre 2019
Il premier Conte durante il punto stampa del 19 ottobre a Perugia

Conte sulla manovra "approvata da tutti". Ed a Salvini risponde: "fa meglio a star zitto"

© Filippo Attili
Politica
URL abbreviato
6515
Seguici su

Le dichiarazioni di Giuseppe Conte al punto stampa a Perugia hanno toccato numerosi temi: dalle polemiche sulla manovra alle dichiarazioni di Salvini sulla questione dei migranti. "Speculazione politica su questi argomenti è inaccettabile, e direi che Salvini fa bene a stare zitto", commenta il Presidente Conte.

Il premier Giuseppe Conte, durante la sua visita ad Eurochocolate, ha colto l'occasione per rispondere ad alcune domande poste dai giornalisti riguardo la manovra e alcune dichiarazioni fatte da Salvini durante la manifestazione di oggi "Orgoglio Italiano".

"Qui bisogna fare squadra, chi non la pensa così è fuori dal governo. La manovra è stata approvata a salvo intese tecniche, vuol dire che si possono fare approfondimenti tecnici, ma è stata deliberata, approvata da ministri di tutte le forze politiche, anche del M5S" dichiara Conte ai giornalisti dal punto stampa di Perugia.

Conte ha anche affermando che l'esecutivo in carica" è un governo orientato ad abbassare la pressione fiscale complessiva, se qualcuno pensa che stiamo qui ad aumentare le tasse si sta sbagliando. Il piano anti-evasione non può essere né smantellato né toccato. Io ho iniziato con il M5S che gridava "onestà onestà" e tutte le forze politiche non devono tirarsi indietro". 

Conte duro contro Salvini

Alla domanda di un giornalista riguardo alcune affermazioni fatte da Salvini dal palco di "Orgoglio Italiano" in piazza San Giovanni, Conte risponde "Io rispetto sempre gli avversari, però che non si dicano stupidaggini, perché su queste cose non si scherza. Speculazione politica di basso profilo su questi argomenti non è accettabile, e direi che Salvini fa bene a stare zitto".

Al leader della Lega che ha accusato Conte di avere "le mani macchiate di sangue" sulla gestione dell'immigrazione, il premier manda un'altra stilettata:

"Quando abbiamo governato insieme chi si è preoccupato in Italia e in Europa di difendere su questo fronte il buon nome dell'Italia dove la propaganda politica ci stava facendo male è stato il sottoscritto. Chi ha parlato sempre di politica sull'immigrazione rigorosa, ferma ma orientata come primo principio al rispetto e alla tutela della persona e dei dirittti fondamentale anche dei migranti è stato il sottoscritto".
Tags:
Matteo Salvini, Giuseppe Conte
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik