Widgets Magazine
04:01 12 Novembre 2019
Il premier Conte ricevuto al Quirinale

Telefonata dai toni accesi del premier Conte ad Erdogan

Quirinale - Twitter
Politica
URL abbreviato
L'operazione turca "Fonte di Pace" in Siria (93)
624
Seguici su

Durante la conversazione telefonica, durata più di un’ora, il premier Conte ha ribadito ancora una volta che l’Italia ritiene inaccettabile l'operazione militare turca in corso di svolgimento in Siria settentrionale.

Palazzo Chigi ha diffuso un comunicato in cui ha segnalato l'avvenuta conversazione telefonica tra il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il capo di Stato turco Recep Tayyip Erdogan, con al centro l'operazione militare turca in Siria e le sue implicazioni.

"Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha avuto oggi una lunga conversazione telefonica con il Presidente della Repubblica turca, Recep Tayyip Erdoğan", esordisce la nota diffusa da Palazzo Chigi.

Conte ha invitato con forza il presidente turco a porre fine all'offensiva militare in Siria nord-orientale, sottolineando nel contempo la posizione unitaria del governo italiano sulla questione, delle forze politiche, così come dell'opinione pubblica.

"Il Presidente Conte ha invitato con forza il leader turco ad interrompere l’incursione militare nel nord est della Siria e a ritirare immediatamente le truppe. Il Presidente del Consiglio ha rappresentato questa unitaria posizione del governo, delle forze politiche con cui ieri si è confrontato durante il suo passaggio alle Camere e dell’opinione pubblica italiana," prosegue il comunicato.

Conte ha fatto notare al presidente turco gli effetti controproducenti e negativi dell'operazione militare sia da un punto di vista umanitario, con nuove ondate migratorie di profughi in fuga dalla guerra, sia da una prospettiva politica, col rischio di compromettere la lotta contro i terroristi dell'Isis e gli sforzi delle Nazioni Unite per la normalizzazione della crisi politica siriana.

"Ha inoltre richiamato l'attenzione del Presidente Erdogan sugli effetti negativi e controproducenti che questa iniziativa unilaterale sta producendo in termini di crisi umanitaria, sofferenza delle popolazioni locali e relativo esodo e lo ha invitato fermamente a ritirare le truppe dall’area, per evitare un ulteriore peggioramento della crisi umanitaria, la compromissione della comune lotta contro Daesh e grave pregiudizio agli sforzi delle Nazioni Unite in vista di una soluzione politica," si legge nel comunicato.

Infine Conte ha ricordato come la protezione dei civili sia una priorità per l'Italia e la comunità internazionale, esortando Erdogan a svolgere con responsabilità il ruolo geopolitico e di alleato all'interno della Nato che la Turchia strategicamente detiene, nell'interesse collettivo di stabilizzazione dell’intera regione.

"Il Presidente Conte ha inoltre rimarcato che la protezione della popolazione civile, già duramente provata da anni di conflitto, e la risoluzione dei conflitti  sono priorità irrinunciabili per l’Italia e per l’intera Comunità internazionale, esortando ripetutamente il Presidente Erdoğan a svolgere con responsabilità il ruolo geopolitico e di alleato NATO che la Turchia strategicamente detiene, nell’interesse collettivo di stabilizzazione dell’intera regione."

Fermezza di Conte sull'operazione turca in Siria

Il capo del governo italiano ha sempre perseguito una posizione decisa di condanna dell'operazione militare turca in Siria, sulla stessa linea del ministro degli Esteri Luigi Di Maio. Proprio ieri Conte ha ribadito la fermezza dell'Italia in merito alla moratoria sulle esportazioni di armi ed equipaggiamenti militari in Turchia, sostenendo che l'operazione turca "mette a rischio la stabilità e la sicurezza dell’intera regione".

Il via all'operazione turca in Siria

Il presidente turco Tayyip Erdogan ha annunciato poco più di una settimana fa l'avvio dell'operazione militare "Fonte di Pace" in Siria contro il Partito dei Lavoratori del Kurdistan (Pkk) e il gruppo terroristico dello Stato Islamico (Isis, noto anche come Daesh - ndr).

Tema:
L'operazione turca "Fonte di Pace" in Siria (93)
Tags:
Curdi, crisi in Siria, Siria, Turchia, Italia, Recep Erdogan, Giuseppe Conte
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik