20:54 07 Dicembre 2019

Europa sull'orlo di una nuova crisi di migranti - Ministro Interni Germania

© AP Photo / Olmo Calvo
Politica
URL abbreviato
729
Seguici su

Presto l’Europa potrebbe dover affrontare un massiccio afflusso di rifugiati e migranti ancora più grande di quello al culmine della famigerata crisi, ha avvertito il ministro degli Interni tedesco Horst Seehofer, sollecitando ad aiutare la Grecia e la Turchia.

"Dobbiamo fare di più per aiutare i nostri partner europei con i controlli alle frontiere esterne dell'UE. Li abbiamo lasciati soli per troppo tempo", ha detto il ministro al quotidiano tedesco Bild am Sonntag a seguito della sua visita in Grecia e Turchia, dove ha anche discusso delle politiche migratorie.

Se non lo facciamo, dovremo ancora una volta affrontare un'ondata di rifugiati come nel 2015 o forse anche più grande.

Seehofer ha anche avvertito che se l'Europa non trova "la forza per risolvere questo problema" potrebbe vedere una "perdita di controllo" nel caso in cui scoppi un'altra crisi dei rifugiati. Il ministro, che ha parlato con i turchi e i greci con l'arrivo del presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, ha promesso che i due paesi faranno "tutto affinché non accada più".

Ha già promesso un maggiore sostegno per entrambe le nazioni, anche se queste promesse non sono state ancora tradotte in azioni specifiche. Le opzioni per la Grecia comprendono l'invio di agenti per la l’immigrazione tedeschi e specialisti IT per formare il personale locale e aiutare con le domande di asilo e l'elaborazione dei dati, nonché potenziare la guardia costiera. Tuttavia, è Atene a decidere di quale tipo di assistenza necessita.

Per quanto riguarda la Turchia, Seehofer ha affermato che "è chiaro che non possiamo gestire il futuro con le risorse del passato", apparentemente facendo riferimento all'accordo del 2016 tra Bruxelles e Ankara. La Turchia ha accettato di riportare i rifugiati che arrivavano sulla costa della Grecia in barca in cambio di assistenza finanziaria e che l'Europa accettava alcuni rifugiati direttamente dal territorio turco.

Tuttavia Seehofer ha affermato di non poter prendere una decisione del genere da solo riguardo quanti soldi la Turchia dovrebbe ricevere oltre i 6 miliardi di euro ottenuti nell'ambito dell'accordo del 2016.

Le dichiarazioni del ministro tedesco arrivano infatti dopo le notizie di un numero crescente di nuovi sbarchisulle coste greche. Secondo l'agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR), un numero maggiore di migranti ha attraversato la Turchia dalla Grecia via mare nei nove mesi di quest'anno rispetto al 2018.

L’ultimatum di Erdogan davanti alla nuova ondata di migranti

Secondo un rapporto della Commissione interna dell'UE oltre 46.000 rifugiati e migranti sono arrivati nell'UE dalla Turchia entro la fine di settembre, il 23% in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Lo stesso documento afferma che altri 25.000 dovrebbero arrivare entro la fine del 2019. T

Queste cifre sono ancora molto inferiori ai numeri del 2015, quando l'Europa ha visto quasi un milione di rifugiati.

A metà settembre, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha minacciato di aprire le porte dell’Europa ai migranti se Bruxelles non assisterà Ankara nei suoi piani per creare una "zona sicura" di 32 chilometri all'interno della Siria nord-orientale attualmente controllata dalla milizia curda YPG, che la Turchia considera un gruppo terroristico.

"Se non accetterete queste attività, apriremo le porte. Lasceremo che (i rifugiati) vadano dove vogliono", ha detto Erdogan. Ha anche fortemente rimproverato l'UE affermando che l'assistenza finanziaria che la Turchia ha ricevuto dall'Europa è insufficiente e che la sua nazione ha già speso $40 miliardi ospitando 3,6 milioni di persone, fuggite in Turchia dal 2011 quando è scoppiato il conflitto siriano.

Correlati:

Migranti, barcone con 56 migranti a bordo in difficoltà nel Mediterraneo - Alarm Phone
Politici francesi contro Macron: "Se parla lui dei migranti va bene, se lo facciamo noi sono guai"
Sindaco di Lampedusa commenta nuovi sbarchi di migranti
Tags:
rapporti Turchia-UE, accordo UE-Turchia, Fondi alla Turchia, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik