Widgets Magazine
12:56 13 Novembre 2019

Hillary Clinton: "Trump è un pericolo per gli USA"

© REUTERS / Rick Wilking
Politica
URL abbreviato
14429
Seguici su

L'ex first lady americana si è scagliata contro il presidente Donald Trump, accusandolo di essere una "minaccia" per il Paese, riferendosi allo scandalo delle telefonate con Vladimir Zelensky.

In un'intervista alla Cbs l'ex candidata del Partito Democratico alla Casa Bianca non ha usato mezzi termini, definendo l'attuale presidente americano un "chiaro pericolo, una minaccia per gli Stati Uniti".

Per la Clinton, le ultime rivelazioni su Trump riguardanti le telefonate-scandalo con il capo di stato ucraino, Vladimir Zelensky, testimonierebbero un chiaro "utilizzo della posizione presidenziale per salvaguardare gli interessi personali e politici" del Tycoon.

La ex first lady non ha dubbi, dunque, e a suo modo di vedere "dovrebbe essere aperta un'inchiesta per impeachment" a carico dell'attuale capo di Stato USA.

La Clinton si è poi dichiarata convinta che il presunto tentativo di infangare la reputazione dell'ex vicepresidente Joe Biden, "raccontando falsità", non sia poi tanto diverso da quanto successe con la stessa ex candidata democratica durante la campagna elettorale del 2016.

"Sul mio conto sono state dette le cose peggiori. E, purtroppo, in molti ci hanno creduto", sono state le parole della Clinton.

La politica americana ha poi sottolineato che Trump dovrebbe essere considerato come un 'problema' bipartisan, e non riguardante solo questo o quello schieramento politico.

"Non importa se sei del Partito Democratico o del Partito Repubblicano, quando il presidente degli Stati Uniti, che ha giurato di proteggere la Costituzione, utilizza la propria posizione per estorcere supporto ad un governo straniero per i propri scopi politici", ha sentenziato la ex first lady.

In chiusura della sua intervista, la Clinton si è detta convinta che, a maggior ragione a seguito dei recenti scandali, difficilmente Trump sarà rieletto per un secondo mandato.

L'Ucrainagate

Nei giorni scorsi le conversazioni tra il presidente americano e il suo omologo ucraino sono salite agli onori delle cronache, generando una forte indignazione negli Stati Uniti e portando i deputati democratici ad accusare Trump di aver esercitato pressioni su Vladimir Zelensky per riaprire un'indagine sul figlio dell'ex vicepresidente Joe Biden, Hunter.

La speaker democratica della Camera dei rappresentanti americana, Nancy Pelosi, nella giornata di martedì ha reso noto che il Congresso avvierà le discussioni per aprire un'inchiesta di impeachment a carico di Trump che, se approvata da entrambe le camere, potrebbe portare alle dimissioni anzitempo dell'attuale amministrazione Trump.

La pubblicazione della trascrizione della telefonata tra Trump e Zelensky ha messo in luce l'effettiva richiesta da parte del presidente USA nei confronti della sua controparte ucraina della riapertura di un'indagine contro Burisma, una società di gas collegata a Hunter Biden, il figlio dell'ex vicepresidente Joe Biden.

Ieri Donald Trump ha pubblicamente definito quella dell'Ucrainagate una fake news, affermando che nel caso in cui ci sarà l'impeachment i mercati borsistici e finanziari crolleranno.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik