11:42 21 Novembre 2019

Bolsonaro shock all'Onu: l'Amazzonia non è patrimonio dell'umanità

© AP Photo / Victor R. Caivano
Politica
URL abbreviato
5711
Seguici su

L'Amazzonia non è un "patrimonio dell'umanità", ma appartiene solo al Brasile, ha dichiarato il presidente Jair Bolsonaro, commentando gli appelli al Paese per contrastare attivamente gli incendi boschivi.

Secondo Bolsonaro, l'idea secondo cui l'Amazzonia è il "polmone del pianeta" è "errata".

"Alcuni Paesi, invece di aiutare, ...si comportano irrispettosamente nello stile della politica coloniale... L'Amazzonia non è devastata e non ricoperta dagli incendi boschivi, come affermano erroneamente i media", ha affermato il presidente del Brasile.

"Respingiamo i tentativi di utilizzare l'agenda ambientale o le questioni relative alle tribù dei nativi americani come strumento di pressione politica ed economica da parte di altri Paesi", ha aggiunto Bolsonaro. 

Ha inoltre affermato che alcuni Stati sfruttano le tribù indiane dell'Amazzonia come "strumento di guerra d'informazione" contro il Brasile. Ha ricordato che il Brasile utilizza solo l'8% del suo territorio per la produzione alimentare, mentre in Francia o Germania questo indicatore supera il 50%. Bolsonaro ha inoltre dichiarato esplicitamente che il Brasile non prevede di destinare più del 20% del suo territorio per le tribù dei nativi americani, come richiesto da alcuni Paesi. Secondo il presidente brasiliano, il 14% del territorio nazionale è già destinato agli indiani e più di 70 tribù hanno autogoverno, cultura e tradizioni proprie.

Incendi in Amazzonia

Devastanti incendi nelle foreste dell'Amazzonia, considerata il "polmone del pianeta", sono in corso da più di un mese, la superficie interessata dai roghi è dell'82% in più rispetto agli incendi di tutto il 2018.

Tags:
ONU, Brasile, Ambiente, Jair Bolsonaro
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik