Widgets Magazine
03:58 12 Novembre 2019
Boris Johnson

Corte Suprema britannica blocca sospensione Parlamento, bufera su premier Johnson

© AFP 2019 / Adrian Dennis
Politica
URL abbreviato
0 55
Seguici su

La Corte Suprema del Regno Unito ha dichiarato all'unanimità illegale la decisione del premier Boris Johnson di sospendere il lavoro del Parlamento.

Il verdetto è stato pronunciato dalla presidente della Corte Suprema Brenda Hale.

"La decisione del primo ministro è stata illegale, è priva di valore legale", ha affermato, aggiungendo che è stato il parere unanime di tutti gli 11 giudici della Corte. La Hale ha spiegato che in virtù della sentenza il lavoro del Parlamento non può considerarsi sospeso e i deputati possono riprendere le riunioni. "Non c'è una proroga parlamentare", ha dichiarato ll presidente della corte, che ha giudicato illegale la raccomandazione del primo ministro Regina Elisabetta II per sospendere il lavoro dell'organo legislativo ed ha disposto di riaprire subito il Parlamento.

Il giudice ha sposato in pieno la posizione dei partiti d'opposizione, che avevano visto nella decisione del primo ministro di mandare i deputati in vacanza come un tentativo di escluderli dalla discussione sulla Brexit.

Il leader del Partito Laburista Jeremy Corbyn ha invitato il premier Boris Johnson a dimettersi alla luce della decisione della Corte suprema.

"Invito Boris Johnson, in termini storici, a" soppesare la sua posizione "e diventare il primo ministro al potere nel minor tempo", ha detto Corbyn, intervenendo ad un incontro di partito a Brighton.

​Proprio il premier Johnson ha fatto sapere di rispettare il verdetto del massimo organo giuridico del Paese.

Tags:
Giustizia, camera dei comuni, Parlamento, Brexit, Regno Unito, Boris Johnson, Jeremy Corbyn
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik