Widgets Magazine
16:52 21 Ottobre 2019
Matteo Renzi

Renzi: Uscire dal Pd mi ha reso più sollevato e fatto perdere finalmente tre chili

© Sputnik . Sergey Guneev
Politica
URL abbreviato
6020
Seguici su

Il senatore fiorentino alla trasmissione di Giletti "Non è l'Arena" conferma la giustezza della sua scelta politica, critica Salvini ma non si prende meriti per il governo Conte 2: "Il leader della Lega si è fatto un autogol devastante"

“Da quando sono fuori dal Pd mi sento più sollevato. Peso anche tre chili di meno”. Se la cava con una battuta il senatore Matteo Renzi, già segretario Dem e fondatore alcuni giorni fa del nuovo partito Italia Viva, intervistato da Massimo Giletti nel programma “Non è l'Arena” su La7.

“Finalmente mi sento libero, non ne potevo più delle divisioni interne al Partito Democratico. E non ne potevano più neanche gli italiani”, dice il politico fiorentino. Nega di aver informato l'attuale segretario del Pd, Zingaretti soltanto con un messaggio Whatsapp. “Non è così ma ho preso l'impegno di non polemizzare con Zingaretti”. E poi sfodera il suo tormentone:

“Ora che esco io dal partito, potranno rientrare D'Alema e Bersani”.

"Salvini ha fatto harakiri, è vittima del suo pensiero debole"

Il discorso vira poi su Salvini, la crisi d'agosto, i poteri forti:

“Salvini ha compiuto un vero e proprio harakiri, un autogol devastante. Non è merito mio quello che è successo”. “Lo dovevamo fermare”, rincara. “Voleva uscire dall'euro. Aveva chiesto anche pieni poteri. Ma per fare che?”.

Telefonate col leader della Lega non ci sono state, dice Renzi: “nessuna telefonata tra di noi. Gli ho inviato un sms quando si è dimesso, lo stesso fece lui con me dopo il referendum”. I poteri forti? “No, l'unico gioco qui lo ha giocato Salvini e il suo pensiero debole. Ai poteri forti, al mercato interessa che l'Italia sia seria. Uscire dall'euro avrebbe creato scompiglio tra i mercati”, ha continuato Renzi.

"Aver mandato a casa Salvini ci fa recuperare 9 miliardi su base annua"

“Nel giro di un mese, aver mandato a casa Salvini ha permesso di recuperare 9 miliardi di euro all'anno”. Gentiloni?

“Con lui ho avuto anche discussioni in passato ma va benissimo che sia nella Commissione europea. Avere lui oppure un altro che voleva uscire dall'Ue, beh meno male che Gentiloni c'è”.

Renzi contrasta l'idea di introdurre nuove tasse, un po' come aveva detto anche Di Maio, ad esempio su merendine, voli nazionali e internazionali:

“Bisogna evitare l'aumento dell'Iva e delle tasse perché sarebbe devastante. Conte vada pure a tutte le feste che vuole, alla Cgil o dalla Meloni, l'importante è che tenga a mente queste due cose, l'Iva e le tasse. Non farlo sarebbe veramente poco saggio”.

Correlati:

Renzi: "Senza di noi questo governo non sarebbe partito"
Italia Viva di Renzi al 4,4% - sondaggio
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik