14:53 13 Dicembre 2019
Il ministro dell'Interno e vicepremier Matteo Salvini

Legge elettorale: Salvini apre a Berlusconi e frena su referendum pro-maggioritario

© AFP 2019 / Jussi Nukari
Politica
URL abbreviato
152
Seguici su

Il leader della Lega ad Atreju appare più possibilista verso il confronto con Berlusconi riguardo alla quota di proporzionale. Martedì vertice da Berlusconi.

Alla fine un primo riavvicinamento c'è stato: il leader della Lega, Matteo Salvini, ospite ad Atreju è convenuto sulla proposta di Silvio Berlusconi in merito alla discussione sul sistema maggioritario “secco” o proporzionale e ha fatto l'apertura: “l'importante è che i cittadini siano coinvolti e che ci sia una legge elettorale che consenta a chi prende un voto in più di vincere e governare. Per evitare gli inciuci, le schifezze, il mercato delle poltrone”.

Insomma, Salvini sembra porsi una riserva sul referendum pro-maggioritario, dichiarandosi pronto a trattare col fondatore di Forza Italia che soltanto qualche giorno fa aveva criticato il sistema tutto maggioritario “perché il partito principale di ciascuna coalizione avrebbe in mano le sorti di tutta l'alleanza”.

Berlusconi: "Quota di proporzionale assolutamente indispensabile"

Le aveva fatto eco giorni fa la presidente dei deputati di Forza Italia che aveva detto di temere un “patto tra sovranisti”. A discapito degli azzurri, ovviamente.

“Credo che una quota di proporzionale sia assolutamente indispensabile”, ha ribadito oggi Berlusconi.

Un aspetto, quello del sistema elettorale che comunque non mette minimamente in discussione l'alleanza del centrodestra, Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia, alle prossime regionali. Semmai, come ha confermato Salvini, bisognerà approfondire la discussione, in un incontro tra i tre partiti.

Martedì probabile vertice del centrodestra a Palazzo Grazioli

Un chiarimento potrebbe esserci già martedì prossimo, quando si terrà un vertice del centrodestra a Palazzo Grazioli, luogo simbolo della passata leadership dell'allora leader di tutta la coalizione.

Anche Giancarlo Giorgetti, presente alla festa del partito della Meloni, ha detto la sua sull'argomento: “Non giriamoci attorno – ha detto – il proporzionale col premio di maggioranza già c'era ed era il cosiddetto Porcellum, un sistema che ha permesso al Pd di governare per 5 anni. La nostra proposta di referendum a favore del maggioritario è una risposta alla provocazione di un programma di governo contenente il proporzionale che servirebbe soltanto a mettere il timbro di legittimità al trasformismo dei gruppi parlamentari”.

Correlati:

Atreju 2019 si apre con la bordata di Salvini a Conte: "hanno svenduto i confini italiani"
Tags:
Matteo Salvini
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik