Widgets Magazine
13:17 14 Ottobre 2019

Atreju 2019 si apre con la bordata di Salvini a Conte: "hanno svenduto i confini italiani"

© AFP 2019 / Miguel Medina
Politica
URL abbreviato
4275
Seguici su

Atreju, la festa della destra all'isola Tiberina di Roma si apre con Matteo Salvini. Intervistato dal direttore del Corriere della Sera, il leader leghista non risparmia bordate al nuovo governo.

Si è aperta con ospite Matteo Salvini la 22° edizione di Atreju, la festa che fino al 22 settembre all'isola Tiberina riunisce le anime della destra italiana. Accolto da Giorgia Meloni sul palco del tendone "Stella Polare", il segretario della Lega Matteo Salvini è stato poi intervistato dal direttore del Corriere della Sera Luciano Fontana in un incontro dal titolo "L'Italia che sarà".

Numerose le tematiche toccate da Matteo Salvini durante l'intervista, dal voto imminente per le Regionali alla rivoluzione della Costituzione per far eleggere il presidente della Repubblica nel 2029. Tra gli argomenti più caldi ci sono la situazione del centrodestra, le politiche del nuovo governo in materia di immigrazione e la tenuta dell'esecutivo a lungo termine.

La situazione del centrodestra

"Presto, alle regionali, voterà la metà degli italiani: almeno su quello l'alleanza di centrodestra c'è", queste le parole del Leader della Lega, a conclusione di un commento nei confronti dell'ipotesi di Berlusconi di presentare una proposta unitaria, come centrodestra, in Parlamento, per una nuova legge elettorale, "se se ne occupa il Parlamento bene, se se ne occupano i cittadini meglio".

"L'importante è che i cittadini abbiano una legge elettorale in cui chi prende un voto in più vince e va al governo, in modo da evitare inciuci e manovre di Palazzo, schifezze e mercati a cui gli italiani stanno assistendo ora"

La questione sbarchi

"Sui migranti non ci siamo: a settembre 2019, per la prima volta, gli sbarchi sono triplicati rispetto all'anno scorso. Conte non sta facendo il suo lavoro. Evidentemente si sono venduti, hanno svenduto i confini italiani in cambio di qualcos'altro", questo il rinnovato commento di Salvini nei confronti della questione immigrazione. 

Il governo "giallo-rosso" riuscirà a nominare il nuovo capo dello stato

Matteo Salvini ribadisce i suoi dubbi sulla tenuta della nuova maggioranza di governo: "il potere è un collante ma se avessi un euro non scommetterei un euro che possano arrivare in fondo", e poi, riferendosi alla nomina del nuovo Capo di Stato aggiunge:

"Quelli del Pd si sono già spartiti i prossimi 3 presidenti della Repubblica: io penso che se non quello del 2022, ma quello del 2029 potrà essere eletto direttamente dai cittadini: avremo i numeri per cambiare la Costituzione". 

In conclusione Salvini difende la scelta compiuta un mese fa durante la crisi di governo:

"Mi dicono che abbiamo perso i ministeri e io rispondo mica ho perso un orecchio o un occhio... sapevo che avrei corso qualche rischio ma credevo nella democrazia e credo anche che chi ha condotto queste operazioni avrebbe fatto meglio a sciogliere le Camere e a far votare gli italiani. Lo dico con tutto il rispetto che si deve nei confronti delle massime autorità istituzionali".

Atreju, la più grande manifestazione della destra che si tiene a Roma dal 1997, ha raggiunto quest'anno la sua 22esima edizione e si terrà all'isola Tiberina nei giorni 20-22 settembre 2019. “Sfida alle stelle, l'Italia che pensa in grande", questo il titolo dell'edizione di quest'anno, un titolo futuristico anche in omaggio ai 110 anni della pubblicazione su “Le Figaro” del Manifesto di fondazione firmato da Filippo Tommaso Marinetti.

Tags:
Lega, Matteo Salvini
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik