Widgets Magazine
13:56 13 Novembre 2019

Steinmeier a Roma, Mattarella: "UE e NATO i nostri pilastri"

© Foto : Foto di Francesco Ammendola - Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica
Politica
URL abbreviato
5131
Seguici su

A margine dei colloqui con il presidente tedesco Steinmeier, Sergio Mattarella ha ribadito la centralità dell'Unione Europea e dell'Alleanza Atlantica per il futuro dell'Italia.

Durante i colloqui con il presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier, in visita in Italia per due giorni, Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha dichiarato che l'Italia e la Germania condividono "con convinzione" i principali pilastri dei "valori e degli obiettivi della Ue, di cui sono paesi fondatori" e "il legame atlantico".

Mattarella ha sottolineato l'ottimo livello dei rapporti tra il nostro Paese e quello tedesco, definiti dal presidente "non solo eccellenti, ma al massimo livello di eccellenza sia sul piano bilaterale, sia nei fori multilaterali".

Il capo dello Stato ha avuto modo di discutere con il suo omologo tedesco di diversi temi di attualità politica ed economica, tra cui ovviamente quello dell'immigrazione e della ridistribuzione dei migranti tra i vari Paesi membri dell'UE: 

"Ho ringraziato il presidente Steinmeier per l'aiuto all'Italia sull'accoglienza dei migranti, un'accoglienza annunciata e praticata. L'Unione dovrebbe adottare e assumere in sè l'onere dei rimpatri, perché è in grado di farlo con maggiore efficacia di quanto non possano fare i singoli paesi membri. C'è bisogno di trovare soluzioni che consentano dei meccanismi automatici di ridistribuzione europea dei migranti e dei rimpatri posti a carico dell'Unione".

Per quanto riguarda l'economia, invece, Mattarella ha sottolineato la necessità di "integrare l'architettura dell'unione economica e monetaria" auspicando "un aumento degli investimenti che stimoli i mercati interni".

"Abbiamo cooperato strettamente per la costruzione europea", sono state le parole del presidente tedesco Steinmeier, "italiani e tedeschi sono ottimi vicini, e questo è un bene prezioso, anche in futuro lavoreremo congiuntamente per un'Europa unita. Non deve esserci più il nazionalismo che in passato ha portato conflitti nel continente, l'unione fa la forza".

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik