23:49 15 Novembre 2019

In arrivo un patto civico M5S-PD in Umbria? Venerdì si vota su Rousseau

© AP Photo / Andrew Medichini
Politica
URL abbreviato
0 14
Seguici su

In questi giorni il popolo del M5S dovrà pronunciarsi su Rousseau in merito ad un possibile patto civico con il PD per le elezioni amministrative che si terranno in Umbria il 27 ottobre.

L'annuncio è stato dato sul blog delle Stelle, dove è stata di fatto ratificata la proposta di Luigi Di Maio di creare un nuovo referendum interno al movimento per far decidere al popolo dei grillini se appoggiare o meno un eventuale patto civico in Umbria con il PD.

La votazione sarà effettuata come al solito sulla piattaforma Rousseau, dove venerdì dalle 10 alle 19 i militanti del M5S abilitati, cioè quelli iscritti da almeno sei mesi e con documento certificato, dovranno esprimersi circa un'ulteriore alleanza con il PD anche a livello regionale.

Agli elettori del M5S sarà sottoposto il seguente quesito: "Sei d’accordo con la proposta avanzata dal capo politico del “patto civico per l’Umbria”, sostenendo alle elezioni regionali un candidato presidente civico, con il sostegno di altre forze politiche?"

"In caso di accoglimento di tale proposta, si legge sul blog delle Stelle, "dovrà essere individuato il candidato a cui attribuire le facoltà che il Codice Etico del MoVimento 5 Stelle attribuisce solitamente al candidato presidente della regione. Pertanto, acquisito il parere favorevole del Comitato di Garanzia, l'ultimo paragrafo dell'art. 5 del regolamento per le regionarie dell'Umbria è modificato nel seguente modo: 'In conformità al voto degli iscritti del 25-26 luglio 2019 rimane comunque facoltà del capo politico proporre eventuali alleanze, sotto la sua diretta supervisione.

In tal caso tale proposta di alleanza sarà sottoposta agli iscritti con una votazione online sulla piattaforma Rousseau a livello nazionale. Nel caso in cui la proposta sia accettata dagli iscritti e il candidato presidente non appartenga al Movimento 5 Stelle, non si procede alla votazione per il candidato presidente e tutte le facoltà che ai sensi del codice etico sono attribuite al candidato presidente, sono attribuite al candidato consigliere che ha ricevuto il maggior numero di voti dagli iscritti tra quelli che poi saranno effettivamente eletti consiglieri regionali'".

RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik