Widgets Magazine
00:28 22 Ottobre 2019
Attacco contro impianti petroliferi sauditi

Ue: rischio per la sicurezza regionale gli attacchi contro raffinerie petrolifere saudite

© REUTERS / HAMAD I MOHAMMED
Politica
URL abbreviato
7010
Seguici su

Gli attacchi contro gli impianti petroliferi in Arabia Saudita rappresentano una minaccia per la sicurezza regionale, dal momento che compromettono gli sforzi per l'instaurazione del dialogo, ha fatto sapere la diplomazia europea.

"L'attacco dei droni contro due impianti petroliferi in Arabia Saudita rappresenta una minaccia reale per la sicurezza regionale. In un momento in cui le tensioni nella regione si aggravano, questo attacco compromette il lavoro per la de-escalation e il dialogo", si afferma in una dichiarazione di un rappresentante del Servizio europeo per l'azione esterna.

L'UE ha chiesto di "ricostruire chiaramente i fatti e determinare le responsabilità" per questo attacco.

"L'UE ribadisce la sua richiesta per la massima moderazione e la de-escalation", si afferma nella dichiarazione.

Nuove tensioni in Medio Oriente

Un incendio è scoppiato sabato sera nella raffineria di Abkaik dell'Arabia Saudita orientale e nella raffineria di Khurais ad est della capitale di Riyadh. Entrambe le strutture appartengono alla compagnia energetica statale Saudi Aramco. I ribelli huthi yemeniti, appartenenti al movimento sciita Ansar Allah filo-iraniano, hanno successivamente rivendicato l'attacco contro gli impianti petroliferi sauditi, perpetrato con l'utilizzo di dieci velivoli aerei senza pilota (droni). Allo stesso tempo il segretario di Stato americano Mike Pompeo ha affermato che non vi sono prove del fatto che l'attacco sia partito dallo Yemen ed ha accusato esplicitamente l'Iran di aver condotto questa operazione.

Tags:
Medio Oriente, Geopolitica, Economia, Diplomazia Internazionale, Politica Internazionale, Unione Europea, Petrolio, Arabia Saudita
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik