04:45 18 Novembre 2019

Conte: Il mio obiettivo non è Salvini, ma è costruire

© REUTERS / Remo Casilli
Politica
URL abbreviato
9826
Seguici su

Durante la visita ad Accumuli, Conte parla degli scontri con la Lega: “Io non governo contro qualcosa o qualcuno, dietro all’accordo Pd-M5s c’è un progetto politico”.

Alla fine della prima uscita come Presidente del Consiglio bis nel paese di Accumuli, uno dei luoghi del Lazio più colpito dal terremoto del 2016, Conte ha avuto la possibilità di parlare con i giornalisti, alla cui domanda “il suo sarà uno scontro con Salvini a distanza?” ha risposto:

“Assolutamente no. In 14 mesi non mi sono mai scontrato con nessun avversario politico. Il mio obiettivo è governare nell'interesse dei cittadini. È bene che ci sia un'opposizione, anche aspra, leale. Quindi ben venga, sarà di stimolo critico, di pungolo a far meglio. Ma che io debba avere degli avversari non è nella mia logica. Il mio obiettivo è costruire”.

Tuttavia i giornalisti, incalzando Conte con numerose domande, affermano che lo scontro con Salvini c’è stato. Ha risposto affermando che “il discorso alla Camera sarebbe stato esclusivamente sul programma, se sono stato attaccato ho dovuto precisare alcuni punti. E' stata una premessa quasi dovuta. Per il resto ho parlato esclusivamente dal programma”, e aggiungendo poi, come riporta il quotidiano La Repubblica:

"[noi, rappresentanti del governo, ndr] lavoreremo per costruire e rappresentare i cittadini, anche quelli che oggi si sentono più rappresentati da forze di centrodestra, perché cercheremo di offrire soluzioni”.

Lo scontro tra Salvini e Conte

Lo scontro tra Salvini e Conte è avvenuto in Senato, luogo in cui Salvini ha criticato l’ex alleato definendolo “Presidente Conte-Monti” e attaccando le scelte politiche del presidente, accusandolo di avere la coscienza sporca e definendo l’attuale governo come “governo basato sulla spartizione delle poltrone e sulla paura, la paura di tornare al voto e di essere lasciati a casa dagli italiani”.

A tali accuse Conte ha risposto ribadendo come “la dignità di un Presidente del Consiglio non può essere riconosciuta o meno a seconda che lavori al vostro fianco, che sia con voi al governo”.

“La dignità deriva dal fatto di servire con disciplina, onore, impegno, il massimo sforzo e la massima determinazione il mio paese e l'interesse degli italiani, non altro”, ha concluso.

Tags:
M5S, Lega, Giuseppe Conte, Matteo Salvini, Governo
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik