Widgets Magazine
07:36 22 Settembre 2019
Le rovine della città libica Sirte

Germania pianifica conferenza sulla Libia per consolidare embargo armamenti

© AP Photo / Manu Brabo
Politica
URL abbreviato
0 03
Seguici su

La Germania ha annunciato di voler tenere una conferenza col sostegno dell’ONU sul futuro della Libia sulla questione degli armamenti.

Secondo le dichiarazioni dell’Organizzazione delle Nazioni Unite l’embargo sugli armamenti in posto non ha dato gli effetti sperati con vari paesi che lo ignorano del tutto, tra i quali Turchia ed Emirati Arabi Uniti.

L’annuncio arriva da Heiko Maas, il ministro degli Esteri della Germania, affermando che Berlino “desidera avviare un processo di consultazione con tutti gli attori pertinenti. C'è ancora molto lavoro da fare prima di poter tenere una simile conferenza. Ma abbiamo iniziato a lavorare su un processo".

In precedenza in un discorso al parlamento a Berlino Angela Merkel aveva dichiarato di essere preoccupata per la Libia e che teme che la guerra in questo paese possa trasformarlo in una nuova Siria.

L’ambasciatore tedesco a Tripoli Oliver Owcza e l’inviato speciale delle Nazioni Unite Ghassan Salamé stanno dunque lavorando a un piano speciale per la Libia che prevede tre punti, tra cui le elezioni.

Secondo le Salamé “la violenza in Libia è esacerbata dalla fornitura di armamenti, munizioni e materiale bellico nel paese. Le violazioni dell'embargo sulle armi sono di routine e spesso palesi da entrambe le principali parti in conflitto e dai rispettivi Stati membri sponsor".

Ha dichiarato che il fine della conferenza sarebbe quello di mandare “un forte messaggio” sulla necessità di rispettare l’embargo sugli armamenti.

Le conferenze precedenti sulla Libia

In precedenza si sono tenute due conferenze, una a Palermo e l'altra a Parigi, che però non hanno portato a nessuna svolta prima che il maresciallo Khalifa Haftar, comandante militare nella parte orientale della Libia, avviasse l’operazione militare per tentare di catturare la capitale, Tripoli, sede delle Nazioni Unite governo riconosciuto.

Attualmente Francia, Emirati Arabi Uniti ed Egitto sostengono il maresciallo Haftar, mentre la Turchia sostiene il governo di accordo nazionale riconosciuto dall’ONU di Fayez al-Sarraj.

Correlati:

Libia: Fratelli Musulmani, l'Italia ha svuotato i contenuti della Conferenza di Palermo
Media: Germania prolunga embargo armamenti contro l’Arabia Saudita
Conferenza per la Libia, qual è il bilancio?
Tags:
Guerra, guerre, Libia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik