12:16 09 Dicembre 2019
Boris Johnson

Brexit, Johnson perde la maggioranza nel Parlamento

© REUTERS / DYLAN MARTINEZ
Politica
URL abbreviato
148
Seguici su

Il capo del governo britannico e leader dei conservatori ha perso la maggioranza nella Camera dei Сomuni dopo che il deputato Philip Lee ha annunciato il suo abbandono al Partito conservatore.

"Dopo molte discussioni, sono giunto alla conclusione che non posso più servire gli interessi del paese e degli elettori nel mio collegio elettorale come membro del Parlamento del Partito conservatore", ha scritto Lee in una lettera che ha inviato a Johnson, pubblicata in seguito sulla sua pagina Twitter.

Lee è passato dai conservatori ai liberaldemocratici durante il discorso del capo dei Tory nella Camera dei Comuni.

Spiegando la sua decisione, il deputato ha affermato che il governo di Johnson sta cercando di attuare la Brexit senza un accordo con l'Unione europea, il che potrebbe danneggiare in modo significativo gli interessi del Paese.

Il premier britannico ha detto che "tutti in questo governo vogliono un accordo (...) ma questo Parlamento ha respinto un accordo tre volte". “Questa settimana stiamo intensificando il ritmo degli incontri. I nostri amici in Europa possono vedere che vogliamo fare un accordo", ha aggiunto Johnson.

Il primo ministro Boris Johnson non sarà più in grado di ottenere la maggioranza alla Camera dei Comuni, anche con il sostegno dei membri del Partito dell'Unione Democratica dell'Irlanda del Nord, un alleato dei conservatori, con cui però non ha formato una coalizione dopo le elezioni del 2017.

Correlati:

Boris Johnson: "Elezioni se opposizioni bloccano Brexit senza accordo"
Caos Brexit sui mercati, minimo storico per la sterlina
Tags:
Boris Johnson, Brexit, Gran Bretagna
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik