Widgets Magazine
06:28 16 Ottobre 2019
Ursula Von der Leyen

Von der Leyen su Patto di stabilità: regole più semplici e flessibili per paesi come Italia

© Sputnik . Aleksej Witwizkij
Politica
URL abbreviato
746
Seguici su

Secondo un'indiscrezione del Financial Times Ursula von der Leyen starebbe considerando la possibilità di semplificare le regole del Patto di stabilità.

Come scrive il Financial Times il nuovo presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen vorrebbe far partire i lavori per semplificare le regole del Patto di stabilità e crescita per permettere agli stati in difficoltà di utilizzare obiettivi di bilancio meno duri da realizzare, in particolare sulla riduzione del debito, nei periodi di recessione.

Secondo il Financial Times questa proposta di riforma del Patto potrebbe essere condotta già nei primi 12 mesi di mandato della von der Leyen. In particolare il quotidiano cita un documento interno che riconosce la necessità di una semplificazione delle regole e di un cosiddetto “Patto di stabilità e crescita 2.1”.

Tuttavia la portavoce del presidente della Commissione Europea Mina Andreeva ha smentito parzialmente sostenendo che questo documento non va considerato come “credibile” perché basato su un “brainstorming interno dei servizi”.

Il patto di stabilità e crescita

Il patto di stabilità e crescita è lo strumento che i paesi dell'area dell'euro hanno in introdotto nel 1997 per coordinare le loro politiche fiscali nazionali ed evitare disavanzi di bilancio eccessivi. Richiede che gli stati dell'area dell'euro di avere bilanci futuri simili o in pareggio.

Adesso sulla base dell'articolo 126 TFUE e attuato dal regolamento 1467/97 del 7 luglio 1997, il patto mira a evitare deviazioni dai valori di riferimento indicati nel protocollo n. 12 allegato al trattato, vale a dire:

  • 3% per il rapporto tra disavanzo pubblico e PIL al prezzo di mercato (criterio del disavanzo);
  • 60% per il rapporto tra debito pubblico e PIL al prezzo di mercato (criterio del debito).

In caso d'inosservanza di tali criteri, uno Stato membro può essere soggetto alla procedura per i disavanzi eccessivi previsto dallo stesso articolo.

Correlati:

Ue: Moscovici, a giugno valutazione conformità cifre italiane con patto di stabilità
Eurogruppo raccomanda a Italia misure per allineare bilancio a patto di stabilità
Anche Roma non rispetta il patto di stabilità dell’Ue
Tags:
Ursula von der Leyen, Financial Times
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik