00:10 09 Dicembre 2019
Matteo Salvini interviene durante la tradizionale riunione della Lega a Pontida, Italia

La crisi di governo toglie voti alla Lega, ma per i sondaggi resta il primo partito

© AP Photo / Luca Bruno
Politica
URL abbreviato
Crisi di Governo (77)
17127
Seguici su

Dall'inizio della crisi di governo, la Lega ha registrato una perdita di consensi, ma resta il primo partito. In relativo aumento PD e M5S, mentre FdI continua a crescere.

Secondo i sondaggi  di Winpoll e Sole 24 Ore, si è conclusa la fase di crescita della Lega, che adesso registra una perdita di consenso di 5 punti, innescata dalla crisi di governo.

Le elezioni europee avevano segnato il sorpasso degli alleati pentastellati e, con il 34,3%, la Lega era diventata il primo partito d'Italia. A fine luglio, prima della crisi, aveva raggiunto il suo massimo storico, il 38,9% dei consensi. Dopo poche settimane dall'annuncio di dimissioni di Conte, la Lega si attesta al 33,7% dei consensi, pur mantenendosi primo partito d'Italia.

Secondo i sondaggi, il calo di consensi verso la Lega è da attribuire al comportamento di Matteo Salvini: il 58% degli intervistati afferma che il leader del Carroccio avrebbe perduto la sua credibilità, mentre per il 23% sarebbe rimasta intatta. 

Le altre forze politiche

Il M5S recupera 1.8 punti rispetto al sondaggio di luglio e passa dal 14,8% al 16,6%. Un recupero insufficiente, che lo conferma come terza forza politica del Paese. Il PD cresce poco, ma cresce: dal 23,3% al 24%. Stabile Forza Italia che nonostante la scissione aumenta il consenso da 6,6% a 6,7%, mentre FdI vede confermare il proprio trend di crescita, portandosi dal 7,4% dei consensi all'8,3%

Esiti della crisi di governo

Relativamente ai possibili esiti della crisi di governo, il 41% vorrebbe tornare al voto in autunno, il 34% è favorevole a un governo Pd-M5S, mentre solo l'8% è favorevole a un rimpasto di governo M5S e Lega.

Per quanto riguarda gli elettori del PD, la maggioranza  di loro è favorevole ad un accordo fra Luigi Di Maio e Nicola Zingaretti (62%) e il 56% degli intervistati è convinto che il governo giallo rosso durerà sino a fine legislatura. 

Gli elettori del M5S, invece sono divisi. Secondo il 37% un governo PD-M5S durerebbe poco, mentre secondo il 34% potrebbe reggere per tutta la legislatura. 

Tema:
Crisi di Governo (77)
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik