09:14 16 Dicembre 2019
Le proteste a Hong Kong

Pechino accusa USA di "attività criminali contro la Cina" a Hong Kong

© AP Photo / Kin Cheung
Politica
URL abbreviato
3171
Seguici su

La Cina ha ripetutamente messo in guardia le nazioni straniere sulle ingerenze nella situazione a Hong Kong, dove il movimento di protesta antigovernativa va avanti da mesi con crescenti violenze e disordini.

Pechino ha accusato l'amministrazione Trump di essere collusa in "attività criminali anti-cinesi" nella città semiautonoma, e sempre più caotica, di Hong Kong.

"I politici statunitensi distorcono i fatti e perseguono ciecamente doppi standard, il che è già vicino a un'isteria. Sono collusi con elementi criminali radicali e sono follemente coinvolti in attività criminali anti-cinesi a Hong Kong", ha dichiarato giovedì l'Ufficio del Commissario cinese del ministero degli Esteri di Hong Kong.

Mercoledì scorso, in una mozione bipartisan, la House Foreign Affairs Committee ha affermato che se Pechino avesse tentato d'interrompere forzatamente le manifestazioni, "avrebbero incontrato una condanna universale e conseguenze rapide".

Donald Trump, nel frattempo, ha suggerito un "incontro personale" con il presidente cinese Xi Jinping per discutere della crisi politica che sta investendo Hong Kong.

​Le proteste a Hong Kong

Il presidente degli Stati Uniti, che è coinvolto in una lunga guerra commerciale con Pechino, in precedenza ha affermato di avere informazioni che indicano che la Cina stava schierando le sue truppe al confine con Hong Kong, spingendo Pechino a mettere in guardia gli Stati Uniti dall'ingerenza nei loro affari interni.

I commenti arrivano dopo oltre 10 settimane di proteste di massa a volte violente scatenate dall'opposizione a un disegno di legge che consentirebbe l'estradizione di sospetti criminali da Hong Kong nella Cina continentale.

I manifestanti hanno espresso preoccupazione per il fatto che il disegno di legge aumenterebbe il controllo di Pechino su Hong Kong, che gode di una parziale autonomia dal governo cinese, compresi gli affari legali, economici e finanziari.

Il governo di Hong Kong ha sospeso il disegno di legge a giugno, ma le proteste si sono evolute in un movimento più ampio che richiede riforme politiche.

Numerose nazioni occidentali, in particolare gli Stati Uniti, hanno apertamente appoggiato le proteste, mentre il governo Carrie Lam le ha condannate per aver trasformato Hong Kong in una "città pericolosa". Pechino ha accusato i manifestanti, che si sono scontrati con la polizia e hanno bloccato l'aeroporto e le strade locali, di aver commesso "atti malvagi e criminali".

Correlati:

Washington esorta Cina a conservare elevata autonomia per Hong Kong
Ministero Esteri Cina ha esortato gli USA “a non mettere il naso negli affari di Hong Kong”
Pechino stigmatizza contatti tra diplomatici statunitensi e oppositori ad Hong Kong
Tags:
Proteste, Proteste, disordini, Hong Kong
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik