Widgets Magazine
15:24 22 Ottobre 2019
Jon Huntsman

Disarmo e stabilità strategica, "Russia e Usa obbligati a dialogare" - Jon Huntsman

© Sputnik . Aleksey Filippov
Politica
URL abbreviato
260
Seguici su

Essendo le più grandi potenze nucleari del mondo, la Russia e gli Stati Uniti dovrebbero proseguire il dialogo, anche sul destino del Trattato per la riduzione delle armi strategiche (Start-3), che può essere esteso o sostituito da un accordo essenzialmente nuovo.

Lo ha affermato l'ambasciatore degli Stati Uniti in Russia John Huntsman.

"Non credo che Paesi come gli Stati Uniti e la Russia, che sono le più grandi potenze nucleari del mondo, dovrebbero permettersi di chiudere le porte e fermare il dialogo. Siamo obbligati a continuare a discutere del controllo degli armamenti, siamo obbligati per il bene della sicurezza e della prosperità nel mondo," ha dichiarato testualmente Huntsman in un'intervista alla radio Echo di Mosca, rispondendo alla domanda se fosse possibile mantenere Start-3 dopo la fine del Trattato sull'eliminazione dei missili a medio e corto raggio.

Il diplomatico ha sottolineato che "il controllo degli armamenti non si ferma" sulla fine del Trattato Inf.

"Sta per terminare un accordo che purtroppo non è stato rispettato. Abbiamo ripetutamente collaborato con la Russia per rimediare la situazione", ha aggiunto.

Per quanto riguarda Start-3, secondo Huntsman, la situazione è "molto migliore": nel febbraio 2018, conformemente alle disposizioni del trattato, entrambe le parti "hanno rispettato con successo i limiti e le limitazioni per le armi offensive strategiche". 

"Ora dobbiamo decidere se estendere o meno questo accordo. Questa decisione dovrebbe essere presa entro febbraio 2021... Non so come andrà a finire. L'unica cosa che posso dirvi è che il mio presidente, il presidente degli Stati Uniti, tiene molto all'accordo sul controllo degli armamenti tra Stati Uniti e Russia, che tutela i nostri interessi e soddisfa le esigenze attuali", ha affermato Huntsman.

Ha rimarcato che dal momento in cui è stato firmato il trattato, la situazione globale delle armi è cambiata radicalmente alla luce delle cyber-armi, dei missili ipersonici, delle armi nucleari sottomarine e dei siluri con armi nucleari, allo stesso tempo la Cina non ha ancora mostrato "rapidi progressi" nella produzione di armi strategiche proprie.

Tags:
trattato Start, Armi, disarmo, Russia, USA, Jon Huntsman
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik