Widgets Magazine
14:16 24 Agosto 2019

Di Maio ‘Fast and Furious’ contro Salvini: accuse infuocate e richiesta dimissione ministri Lega

© AP Photo / Gregorio Borgia
Politica
URL abbreviato
9129

Il leader dei 5 Stelle lancia strali infuocati al rivale leghista, da ‘traditore degli italiani’ a ‘capitano che abbandona la nave’, dalle allusioni di complotto con i Benetton alla richiesta di ritirare i ministri della Lega. Un fiume in piena. Ora la crisi giallo-verde è definitiva.

Riunisce i suoi in assemblea alla Camera per l’analisi della situazione politica e usa il ‘fuoco greco’ per attaccare il rivale politico:

"La Lega faccia dimettere tutti i suoi ministri da questo Governo. I ministri della Lega dovrebbero votare contro se stessi. Noi saremo al fianco di Giuseppe Conte il quale ha diritto di presentarsi alle Camere per dire quello che abbiamo fatto, quello che potevamo fare e che non faremo. Ci dovranno guardare negli occhi. Salvini non ha tradito il movimento o Conte, ma milioni di italiani a cui per 14 mesi aveva detto che non guardava i sondaggi. Ha tradito il contratto di governo per i suoi interessi. Ora per colpa della Lega si rischia l'aumento dell'Iva… Si fa chiamare capitano ma ha abbandonato la nave nel momento del coraggio".

Non manca poi nel suo discorso un riferimento al lavoro di Toninelli sul decreto che puntava a revocare la concessione ad Autostrade dopo il crollo del ponte Morandi facendo intendere che Salvini avesse voluto favorire i Benetton. Concetto poi rimarcato anche via social con un post quanto mai esplicito nella sua allusione riguardo ai motivi concorrenti alla crisi:

Ma ancora più insolitamente sferzante, per quello che fino a poco prima era conosciuto come il fin troppo mite leader pentastellato, è la chiosa finale:

"Nemmeno 24 ore e Salvini è tornato da Berlusconi. Noi abbiamo dato speranza a questo Paese, un'opportunità alla Lega di poter cambiare. Salvini ha deciso di tornare all'ovile. Berlusconi e Salvini stanno andando dal notaio per firmare un patto che assicura seggi a Berlusconi. Lo dico a Forza Italia: oggi Berlusconi vi mollerà. E Salvini svenderà Lega a Berlusconi come fece 20 anni fa".

Di Maio, solitamente molto meno attivo suoi social rispetto al rivale, aveva anticipato la polemica introducendo i temi che avrebbe trattato nella riunione in un post Facebook ma nessuno poteva immaginare la veemenza con la quale avrebbe arringato i suoi collaboratori oggi:

Tags:
Italia, Luigi Di Maio
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik