Widgets Magazine
14:30 24 Agosto 2019
Armando Siri

Lega, Siri di nuovo indagato per autoriciclaggio

© Foto: Facebook/Armando Siri
Politica
URL abbreviato
323

Non sembra aver tregua il ciclone giudiziario che si abbatte sulla Lega. Una nuova inchiesta al centro Siri coinvolti l'imprenditore Armando Arata e Nicastri, il "re dell'eolico".

Il centro Siri è già indagato per le tangenti sull'eolico siciliano. Al centro della nuova inchiesta, coordinata dai PM Gartano Ruta e Sergio Spataro, ci sarebbe la concessione di due mutui accesi presso la Banca Agricola di San Marino. La procura ritiene i due mutui "anomali" e ha aperto un'indagine nei confronti del senatore leghista per autoriciclaggio. 

Le anomalie riscontrate dai pubblici ministeri riguarderebbero la concessione dei mutui, avvenuti senza il rispetto delle normali garanzie richieste dalle banche. Il primo prestito, del valore di 585 mila euro, servito per l'acquisto di una palazzina intestata alla figlia nel milanese, era già stato ritenuto sospetto dall'Unità di informazione finanziaria della Banca d'Italia.

La guardia di finanza, nei giorni scorsi, ha effettuato delle perquisizioni in relazione al secondo mutuo, del valore di 600 mila euro, concesso a una società riconducibile a Siri, la Tf Holding srl. Tra i soci della holding risulta infatti anche Fiore Turchiarolo, che in passato era stato candidato per un partito, Italia Nuova, di cui Siri era presidente. Il mutuo era stato concesso attraverso l'intervento di Marco Luca Perini, capo della segreteria di Siri, a cui è intestata una porzione della palazzina oggetto dell'altro mutuo, che aveva presentato Turchiarolo e gli altri soci all'istituto di credito di San Marino. 

Siri si ritiene totalmente estraneo a qualsivoglia tipo di reato e confida in un rapido accertamento dei fatti. "Il mutuo concesso al senatore Siri, nell'ottobre del 2018, per l'acquisto di un edificio a Bresso, è del tutto regolare", dichiara Fabio Pinelli, legale del senatore leghista. 

Tags:
Governo, Lega, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik