Widgets Magazine
15:57 24 Agosto 2019
Juan Guaidó

Mosca conferma contatti con opposizione venezuelana

© REUTERS / Ivan Alvarado
Politica
URL abbreviato
La crisi politica in Venezuela (427)
431

Mosca comunica con i rappresentanti dell'opposizione venezuelana e del suo leader Juan Guaidò, che si è autoproclamato capo di Stato ad interim, tuttavia i contatti sono sporadici.

Lo ha dichiarato il viceministro degli Esteri russo Sergey Ryabkov.

Ryabkov ha sottolineato che le autorità russe non si tirano indietro dai contatti.

“Al contrario, crediamo che più contatti ci siano, meglio sia per tutti. Allo stesso tempo agiamo con chiarezza, anche per il governo legittimo di Maduro, sono convinto che anche a Washington ne hanno idea”.

Il diplomatico ha osservato che i contatti con l'opposizione non sono costanti e non sono in parallelo con la comunicazione instaurata con le autorità ufficiali, ma sono sporadici. 

La parte russa ha sfruttato le varie opportunità per lo scambio di informazioni e spiegare agli oppositori di Maduro la controproduttività dell'ingerenza straniera, aveva affermato in precedenza il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov.

La crisi politica in Venezuela

La crisi politica in Venezuela è cominciata il 21 gennaio, quando sono iniziate proteste di massa in Venezuela contro l'attuale presidente del Paese, Nicolas Maduro. Il 23 gennaio, il capo dell'Assemblea nazionale di opposizione, Juan Guaidó, si è proclamato presidente del Venezuela, ed è stato immediatamente riconosciuto dagli Stati Uniti e da un certo numero di Paesi dell'America Latina.
L'opposizione del Venezuela il 30 aprile ha tentato un colpo di stato. Juan Guaidó e i suoi sostenitori si sono radunati a Caracas davanti alla base militare di Carlota. In precedenza, Guaidó ha invitato il popolo del Venezuela e l'esercito a scendere in piazza per completare l'Operazione Freedom e rovesciare il presidente legittimo, Nicolás Maduro. Il Capo dello Stato e il ministro della Difesa hanno dichiarato la lealtà delle forze armate alle autorità legittime. Le autorità hanno successivamente annunciato il fallimento del tentativo di colpo di stato e Maduro ha ordinato d'iniziare a indagare sugli eventi del 30 aprile.

Tema:
La crisi politica in Venezuela (427)
Tags:
Juan Guaidó, Sergey Ryabkov, Il Ministero degli Esteri della Russia, Russia, Situazione in Venezuela, Venezuela
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik